Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Solo cinque piloti sulla griglia provvisoria della 250cc

Solo cinque piloti sulla griglia provvisoria della 250cc

Solo cinque piloti sulla griglia provvisoria della 250cc

L'intenso acquazzone che è caduto oggi pomeriggio sul tracciato di Le Mans, ha condizionato interamente l'andamento della prima sessione di prove di qualificazione della 250cc e ha permesso a pochissimi piloti di qualificarsi per il Gran Premio Alice di Francia di domenica prossima. Le dure condizioni meteorologiche e le condizioni complicatissime della pista hanno convinto buona parte dei piloti, tra i quali si trovavano anche i protagonisti della cilindrata come Dani Pedrosa, Sebastián Porto, Andrea Dovizioso o Casey Stoner, a scegliere di non uscire dal box e rischiare sull'asfalto di Le Mans, che in alcuni settori era letteralmente inondato.

Quelli che hanno deciso di sfidare le intemperie lo hanno fatto nonostante l'evidente rischio di cadere. Inoltre i tempi registrati sono così alti che la maggior parte dei piloti che hanno preso parte alla sessione non sono riusciti a qualificarsi per la gara della domenica.

Al termine di questa prima sessione cronometrata ufficiale, solo cinque piloti hanno guadagnato una posizione sulla griglia. Oltre ad Anthony West, che corre questa gara con la scuderia Aprilia Germany e che ha conquistato la pole provvisoria, si sono qualificati anche i francesi Arnaud Vincent (Fantic MotorGP) e Hugo Marchand (Campetella Racing), il sammarinese Alex de Angelis (MS Aprilia Italia Corse) e lo spagnolo Alex Debón (Wurth Honda BQR).

Infatti secondo il regolamento sportivo del Motomondiale, nessun pilota potrà qualificarsi per la gara con un tempo superiore al 107% del miglior tempo fatto registrare nella categoria. Tuttavia, la Direzione della Prova si riserva il diritto di fare eccezioni a questa norma e sicuramente lo farebbe se, incredibilmente, anche nella sessione di domani si producesse una situazione simile e se fosse impossibile completare uno schieramento per la gara.

Alex de Angelis: "Poco prima della fine del mio terzo giro la pioggia aveva ripreso a scendere abbondante. Ero in pieno quando sono transitato sul rettilineo e poco prima della staccata della curva, ho sentito la moto che non aveva più trazione, probabilmente a causa di una pozza, e ho chiuso il gas. La moto si è intraversata e io sono andato a scivolare sull'asfalto e poi sono finito fuori. Inizialmente ero anche tentato di riprendere una moto e tornare in pista ma quando mi sono reso conto dell'acquazzone ho preferito rimanere al box".

Dani Pedrosa (Telefonica Movistar): "Durante le prove ufficiali c'è stato il diluvio: abbiamo aspettato per vedere se smetteva di piovere e se riuscivamo a fare qualche giro, ma non è stato possibile e in quelle condizioni era molto pericoloso uscire in pista. Era molto facile cadere e c'erano zone completamente allagate. Quando ho visto che due piloti cadevano in pieno rettilineo ho scelto di non rischiare inutilmente. Domani dovremo uscire in pista per qualificarci, ma spero che se piove, almeno non sia come oggi. Questa mattina sull'asciutto sono andato bene: abbiamo provato diverse soluzioni per i pneumatici e abbiamo le idee chiare".

Hiroshi Aoyama (Telefonica Movistar): "Questo pomeriggio è stato una pazzia: non ricordo una sessione con tanta acqua. Sono uscito per vedere in che condizioni si trovava la pista e dopo quattro giri sono rientrato al box perché era veramente pericoloso. Non sono molto contento neanche delle libere della mattina: non mi sentivo comodo in sella come l'anno scorso, ma ne conosciamo le ragioni e domani sicuramente potrò qualificarmi più in alto".

Casey Stoner (Carrera Sunglasses-LCR): "Il turno del mattino è andato benissimo, perchè ho girato dall'inizio alla fine con le stesse gomme, riuscendo a ottenere ottimi tempi. La moto andava forte, l'assetto era quello giusto ed ero quindi convinto di poter fare bene anche nelle prove ufficiali. Ma appena prima di scendere in pista, è iniziato a piovere fortissimo e così mi sono solo "divertito" a vedere alcuni miei colleghi girare. Soltanto alla fine, negli ultimi tre minuti, c'erano le condizioni per provare, ma a quel punto era veramente inutile salire in moto".

Sebastián Porto (Aspar Team): "È stato un vero peccato che la pioggia abbia rovinato la sessione di prove. Avevamo molto lavoro da fare e non siamo neanche usciti in pista. Io pensavo che la sessione sarebbe stata sospesa, ma non è stato così e ho deciso di non rischiare. Questa mattina durante le libere abbiamo girato sull'asciutto: la moto andava bene e il feeling era buono. Vediamo se domani saremo più fortunati con il tempo".

Randy de Puniet (Aspar Team):"Peccato, la pioggia ha rovinato questa giornata di prove. Almeno abbiamo potuto girare sull'asciutto la mattina, ma per il pomeriggio avevamo previsto di provare qualche cosa, ma uscire in pista era impossibile con tutta l'acqua che stava cadendo. Le previsioni danno pioggia anche per domani, ma speriamo che non tocchi di nuovo ai piloti della 250cc".

Jorge Lorenzo (Fortuna Honda): "Sull'asciutto mi sento sempre più a mio agio, ad ogni uscita, e ho sempre più fiducia nelle mie possibilità. Invece sul bagnato mi manca l'esperienza e, visto che oggi la pista era particolarmente, ho deciso di fare qualche giro per prepararmi per domani dove potrebbe nuovamente piovere e dove dovremmo comunque scendere in pista per decidere la composizione della griglia di partenza".

Héctor Barberá (Fortuna Honda): "La pista era molto pericolosa e quindi ho preferito non rischiare di cadere in una sessione che non serve a nulla. Speriamo che domani le cose vadano diversamente. Sono soddisfatto del ritmo che sono riuscito a tenere nella sessione del mattino, ho fatto molti giri e mi sono sentito perfettamente a mio agio".

Tags:
250cc, 2005, GRAND PRIX ALICE DE FRANCE, QP1

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›