Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Vittoria comune per Kiyonari e Lavilla

Vittoria comune per Kiyonari e Lavilla

Vittoria comune per Kiyonari e Lavilla

Ryuichi Kiyonari e Gregorio Lavilla sono i due vincitori del quinto round del Campionato britannico di Superbike a Mondello Park, ma Michael Rutter, piazzatosi in seconda e quinta posizione, mantiene i suoi 46 punti di vantaggio nella corsa per il titolo.

Kiyonari, il pilota della HM Plant Honda tornato in gara dopo aver perso l'appuntamento precedente per un infortunio, ha mantenuto il comando durante tutta la gara d'apertura, mentre Rutter deve forse alla fortuna la conquista del secondo posto, dopo un arrivo con otto secondi di ritardo a seguito della caduta di Glen Richards e del rallentamento di Leon Haslam per problemi tecnici.

Lavilla ha spinto la sua Airwaves Ducati fino alla terza posizione, ma ha dovuto recuperare una pessima partenza prima di potersi distaccare dal gruppo ed avere la meglio. "Mi sentivo molto più in forma durante il warm-up, e pensavo che sarebbe stata una bella gara, ma poi c'è stata quella misera partenza".

"Ho deciso di affrontare la gara un po' alla volta, mi sono portato davanti al mio compagno di squadra Leon Haslam, poi ho pensato che gli avevo permesso di avvicinarsi troppo, ma ho tenuto duro fino alla vittoria – è incredibile" ha dichiarato Lavilla dopo aver assaporato per la prima volta lo champagne della vittoria.

Il suo margine di vittoria è stato di 0,018 secondi, con Haslam felicemente piazzato secondo: "Ho condotto per buona parte della gara, ma sono comunque contento del risultato, che è molto positivo per il team – sul traguardo per poco non mi facevo raggiungere da Kiyonari, ma ho resistito nella mia posizione."

Rutter ha accusato problemi all'anteriore, specialmente in gara uno: "L'importante è stato rimanere attaccato fino alla fine – pensavo che avrei dovuto accontentarmi del quarto posto, ma poi Glen è caduto e Leon ha rallentato." Lui stesso in partenza era rimasto coinvolto in un aggrovigliamento. Jonathan Rea, schierato in pole, gli ha agganciato la parte posteriore della moto entrando nella prima curva: "Ho sentito qualcosa, ma non sapevo chi fosse - avevo intenzione di tenermi ben lontano da Rea, ma non ha funzionato."

Kiyonari ha salutato la giornata con un sorriso: "Le gare sono state molto dure, avverto la stanchezza ma anche tanta soddisfazione, per i punti e per i risultati."

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›