Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rolfo darà lezioni di guida sicura

Rolfo darà lezioni di guida sicura

Rolfo darà lezioni di guida sicura

Roberto Rolfo visiterà il prossimo giovedì un centro scolastico nella località di Borgo San Lorenzo, nei pressi del circuito del Mugello. Il pilota del team D'Antin Promac incontrerà ragazzi di età compresa tra i 14 e i 15 anni con i quali parlerà di guida sicura sulle moto. Gli alunni si sottoporranno a una prova di guida su moto di 50cc.

Il pilota, che corre su una Ducati del team D'Antin Promac, è atteso al prossimo appuntamento, il GP Alice d'Italia, una città contraddistinta dal rosso della moto italiana.

"Il Mugello non è la gara più importante, ma è certamente una gara speciale. Ho molta voglia di correre in questo circuito perché è la pista di casa e perché corro su di una moto italiana come la Ducati."

"Il binomio Ducati-Dunlop è buono, in generale con la squadra le cose vanno bene, c'è un buon feeling e ogni volta miglioriamo."

Fino a questo momento, il miglior risultato per Rolfo è stato il tredicesimo posto ottenuto nella seconda tappa del MotoGP, nel GP del Portogallo. Nell'ultima prova, coinvolto in una caduta all'inizio della gara, non ha potuto fare meglio del quindicesimo posto.

"Stiamo migliorando sui tempi sul giro. Il debutto nella categoria e l'inizio del Campionato del Mondo sta andando bene. La gara dell'Estoril è stata la mia migliore gara fino a questo momento, ho potuto combattere con il mio rivale in 250, Toni Elias e anche con Kenny Roberts. A Le Mans ero in forma, sono stato sfortunato a cadere alla prima curva per non investire Checa che era finito per terra."

"A Le Mans speravamo di fare maggior pratica sulla corsa. Il giorno seguente abbiamo provato gli pneumatici innanzi tutto, siamo riusciti ad abbassare il tempo di un secondo e mezzo rispetto ai tempi del fine settimana. Dobbiamo risolvere i problemi di rendimento dopo i primi 10 gir. Dobbiamo riuscire ad ottenere una maggiore costanza di rendimento."

Il giovane pilota italiano affronta quest'anno una prova molto importante, ma al tempo stesso molto esigente, come quella della classe regina del Campionato del Mondo di motociclismo. Rolfo, che lo scorso anno si era classificato all'ottavo posto nella classe 250, deve continuare a migliorare se vuole trovare un posto nell' élite del motociclismo.

"La cosa che più sorprende del MotoGP è la potenza delle moto" aggiunge il pilota italiano "È incredibile! La Ducati è una moto molto aggressiva e difficile. Lo scorso anno in 250, correvo con una moto che non andava in maniera eccezionale, certo che il passaggio a questa è stato fantastico. Si possono realizzare molte più cose. Le gare sono più lunghe e bisogna prestare maggiore attenzione agli pneumatici e le curve sono molto rapide."

Tags:
MotoGP, 2005, GRAN PREMIO ALICE D'ITALIA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›