Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Gibernau: "Gli italiani imporranno un ritmo molto forte sin dall'inizio"

Gibernau: 'Gli italiani imporranno un ritmo molto forte sin dall'inizio'

Gibernau: "Gli italiani imporranno un ritmo molto forte sin dall'inizio"

Nelle ultime gare Sete Gibernau ha ripreso il suo ruolo di rivale designato di Valentino Rossi. Il pilota del team Telefonica Movistar si sente sempre ben accolto in ogni sua visita italiana, e questo fine settimana non dovrà subire un'atmosfera ostile.

"Il Mugello è il Gran Premio di casa per i piloti italiani e l'appoggio degli appassionati si farà sentire parecchio. Per fortuna ho molti supporter in Italia, la mia squadra è italiana e ho sempre ricevuto un'accoglienza calorosa da parte del pubblico locale."

Il tracciato italiano è una delle piste più veloci e esigenti del calendario. Il pilota del team Gresini, nonostante non abbia ancora assaporato la gioia della vittoria in questa stagione, confida di poter lottare per la prima posizione.

"Affronto questo Gran Premio con le massime motivazioni. Sono convinto delle mie potenzialità e di quelle della mia squadra. Sarà certamente una gara molto difficile perché i piloti italiani saranno di fronte al loro pubblico e avranno per questo il morale alle stelle. Il Mugello non è una pista che mi piace particolarmente, ma questo non è importante: tutte le volte che si scende in pista è per vincere. Il fatto che abbia così tanti supporter presuppone che debba fare un bel regalo ai miei meccanici e alla mia squadra."

La scorsa stagione, Gibernau arrivò secondo su questo circuito; il pilota spagnolo fece anche registrare il giro più veloce e la pole position.

"Spero di fare un buon lavoro, quest'anno. I piloti italiani sono molto competitivi a casa loro, allo stesso tempo saranno però sottoposti a una forte pressione. Noi, dal canto nostro, dovremo gestire questa tensione a nostro favore. Sarà fondamentale avere una buona posizione alla partenza e questo sarà il nostro primo obiettivo. I piloti italiani imporranno da subito un ritmo molto veloce. Sarà quindi importante partire dalla prima fila, o al massimo dalla seconda, per poter competere per la vittoria."

Da parte sua Marco Meandri rappresenta la nuova generazione dei piloti italiani e arriva a correre in un circuito casalingo nel miglior momento della sua carriera da che corre nella classe MotoGP. Il compagno di squadra di Gibernau si mostra onorato di poter correre al Mugello.

"Il circuito del Mugello può definirsi come la vera pista da MotoGP: è veloce, ha spazio per dar gas e guidare qui è sempre un piacere. È un circuito splendido. Molto però dipenderà dalle condizioni della pista. Ultimamente hanno fatto la comparsa diverse buche."

Per Meandri, il circuito necessita di un tipo di guida coraggioso ma equilibrato, in modo da poter affrontare al meglio i numerosi cambi di direzione in una delle piste più complete del Mondiale.

"Il segreto per un buon giro? Per essere veloci al Mugello ci vuole il giusto equilibrio, essere veloci in curva senza però essere aggressivi. Le parti più importanti, quelle che faranno la differenza, sono quelle che portano alla curva dell'Arrabbiata, lì è dove bisogna essere impeccabili per poter fare un buon giro."

Tags:
MotoGP, 2005, GRAN PREMIO ALICE D'ITALIA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›