Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Pedrosa: "La chiave per vincere al Mugello è condurre in solitudine"

Pedrosa: 'La chiave per vincere al Mugello è condurre in solitudine'

Pedrosa: "La chiave per vincere al Mugello è condurre in solitudine"

Dani Pedrosa cercherà di imporre il proprio ritmo alla gara. Il pilota del team Telefónica Movistar non pensa che la gara sarà decisa negli istanti finali, così come è suceso fino a questo momento. Pedrosa spera di liberarsi dei suoi principali avversari fin dall'avvio della gara e cercare quindi di aggiudicarsi la corsa facendo una gara in solitario.Questa la ricetta che il giovane spagnolo presenta per poter conquistare la vittoria in questo fine settimana al Gran Premio Alice d'Italia.

"Al Mugello è difficile fare la differenza, il rettilineo è molto lungo e le Aprilia possono prenderci un po' di vantaggio. Anche le curve sono molto rapide.", spiega Pedrosa. "Credo che la chiave per vincere sia che il traguardo è molto lontano dall'uscita dell'ultima curva ed è sempre possibile che ti possano riprendere. Gli ultimi due anni sono finito secondo e questa volta mi piacerebbe proprio vincere."

Lo spagnolo avrà di fronte un tracciato difficile per la Honda, nonostante gli utlimi risultati sulla pista italiana gli consentanouna certa fiducia nella vittoria per domenica.

"Ci hanno fatto comodo queste due settimane di riposo per allenarci e riprendere le forze. Ci aspetta una gara molto difficile. Non ci sarà solo Dovizioso a essere molto motivato, ma anche Porto, De Puniet e Stoner si darranno molto da fare."

Pedrosa spera che sia passato l'incubo dei Gran Premi sotto l'acqua e possa così sfruttare in Italia il clima secco che gli permetterebbe di esprimere al meglio il suo stile di guida.

"Normalmente in Italia c'è un buon clima, ma quest'anno non mi azzardo più a fare pronostici sul tempo. Comunque sia, spero che il tempo sia buono, così da poter beneficiare della mia condizione física."

Tags:
250cc, 2005, GRAN PREMIO ALICE D'ITALIA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›