Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rainey e la sua vittoria al Mugello nel ‘91

Rainey e la sua vittoria al Mugello nel ‘91

Rainey e la sua vittoria al Mugello nel ‘91

La vittoria di Valentino Rossi al Mugello nel 2004, fu la prima vittoria della Yamaha su questo circuito da quando nel 1991 Wayne Rainey salì sul gradino più alto del podio dell'allora Gran Premio di San Marino con la sua YZR500. In quell'occasione si era alla 12ª tappa del Motomondiale e la vittoria di Rainey giunse in un momento cruciale per il pilota che difendeva all'epoca il suo primo titolo di Campione del Mondo. Nelle parole del campione californiano, il ricordo di quella vittoria, sottolineato dall'incredibile atmosfera degli appassionati italiani.

"Gareggiare in Italia è un'esperienza molto speciale, la passione dei tifosi italiani per le gare motociclistiche non è riscontrabile da nessuna altra parte del mondo", commenta Rainey. "Ho sempre pensato che al contrario di altri paesi, i tifosi italiani non solo si divertano nell'assistere alle competizioni di questo tipo, ma comprendano quello che veramente significhi correre in un tale tipo di gara."

"L'atmosfera che si respira al Mugello, in particolare, è incredibile. I paddock sono situati proprio nella vallata dove sorge il circuito e ricordo di aver passato le notti in cui stavo lì, nel mio motorhome, senza poter prender sonno per via dell'incredibile frastuono che circondava il tracciato. Ma non aveva importanza, essere parte di quell'ambiente era la soddisfazione maggiore!"

La particolarità del tracciato, al di là dell'ambiente che lo contornava, permise a Rainey di prendere le distanze dai suoi eterni rivali, Kevin Schwantz e Mick Doohan.

"Mi ricordo perfettamente il circuito, perché la particolarità dei numerosi saliscendi era una caratteristica che all'epoca non era così diffusa. La lunghezza del rettilineo poi era un punto in cui Kevin e Mick riuscivano a riprendermi. In quel periodo avevamo una velocità di punta che non era al massimo, ma il telaio e la regolazione del motore erano perfetti e nelle parti miste riuscivo a distanziarli nuovamente."

"Vinsi 6 gare nel corso di quella stagione, e quando combatti per il titolo ogni vittoria ha lo stesso peso, ma quella del Mugello arrivò nel migliore dei momenti. Penso che fu una vittoria che dette una grande spinta a tutto il team, proprio nel momento in cui ne avevamo più bisogno. Ci dette la confidenza necessaria per la fine della stagione, nel contempo fu psicologicamente una mazzata per i nostri rivali. Nelle gare successive riuscii a ottenere un'altra vittoria e due podi. Fu una grande soddisfazione vincere al Mugello."

Tags:
MotoGP, 2005, GRAN PREMIO ALICE D'ITALIA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›