Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rossi a capo della banda dei quattro nel gran premio di casa

Rossi a capo della banda dei quattro nel gran premio di casa

Rossi a capo della banda dei quattro nel gran premio di casa

Valentino Rossi ha ulteriormente aumentato il suo vantaggio nel Campionato del Mondo della MotoGP, dopo aver vinto al Mugello davanti a tre connazionali. Adesso sono 49 i punti che lo separano dal primo degli inseguitori.

Con luscita di pista di Sete Gibernau nel corso del sesto giro, davanti a un pubblico di 88.367 persone, Rossi si è trovato a dover affrontare la pressione infertagli da Max Biaggi, Marco Melandri e Loris Capirossi. Tutti e tre i piloti italiani si sono alternati al comando della corsa, prima dellattacco finale con cui Rossi è riuscito a tagliare il traguardo davanti a Biaggi. Capirossi intanto riusciva a contenere lattacco di Melandri proprio nella curva finale, portando così la sua Ducati al terzo posto, primo podio della stagione per la casa italiana.

È stata una gara incredibile con la migliore delle conclusioni per il pubblico presente: quattro italiani nelle prime quattro posizioni., ha commentato Rossi. È stata una grande battaglia, piena di sorpassi e di attacchi. Allinizio ho provato ad andare via da solo, ma avevo qualche problema con la ruota davanti e ho quindi deciso di concentrarmi sul mio ritmo. Poi è arrivato Melandri e abbiamo fatto un gran lotta, la stessa cosa è successa in seguito quando a farsi sotto è stato Biaggi. Abbiamo imposto un ritmo molto forte in finale di gara, ho portato il mio attacco a tre giri dalla fine e ha funzionato. Sono motlto contento.

Quarto posto per Marco Melandri, che mantiene la seconda posizione nella classifica Mondiale, con Max Biaggi che scavalca Gibernau a dodici gare dalla fine della stagione, la prima delle quali la prossima settimana proprio a casa del pilota spagnolo, sul circuito della Catalunya. Carlos Checa ha terminato la gara al quinto posto con la sua Ducati, dopo una lunga lotta con il pilota della Honda Nicky Hayden; Alex Barros è riuscito a concludere al sesto posto nonostante fosse partito dalla tredicisema posizione della griglia.

Al ritorno in pista dopo un lungo stop per linfortunio al polso, Makoto Tamada è riuscito a conquistare un eccezionale ottavo posto, davanti a Colin Edwards. Decima posizione per Shinya Nakano, che sembra aver del tutto dimenticato la spaventosa botta a 300 allora rimediata qui lo scorso anno. Anche Alex Hofmann era atteso a un difficile rientro dopo un infortunio, il pilota tedesco ha concluso in dodicesima posizione dietro John Hopkins. A seguire quindi Troy Bayliss, ruben Xaus e Kenny Roberts.

Tags:
MotoGP, 2005, GRAN PREMIO ALICE D'ITALIA, RAC

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›