Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Shakey Byrne: "Ci siamo"

Shakey Byrne: 'Ci siamo'

Shakey Byrne: "Ci siamo"

Un passo avanti significativo, questo Gran Premio Alice d'Italia, per la Protton KR con motore KTM. Shakey Byrne, pilota del team Proton KR, ha infatti concluso al 16º posto, a soli due secondi da Kenny Roberts Jr. su Suzuki ufficiale.

Questa è stata la prima gara per la nuova versione del motore V4, e non ha perso un colpo. Il motore ha inoltre fatto registrare una velocità massima di 328.2 km/h, l'11ª in assoluto tra le 21 velocità più elevate, superiore a quelle fatte registrare da Kawasaki e Suzuki. Allo stesso tempo la nuova versione del telaio, provata per la prima volta nel precedente gran premio a Le Mans, ha risolto le difficoltà di maneggevolezza che avevano creato qualche problema all'ex Campione delle Superbike nel corso delle prime gare.

"È stata una gara lunga e difficile, e non ero sufficientemente veloce per stare con gli altri nei primi giri.", ha commentato Byrne, soddisfatto di aver terminato la gara dopo essere uscito nei primi giri del precedente gran premio. "Poi ho buttato giù la testa, e alla fine sono riuscito a passare la Ducati di Rolfo, ma ho anche pensato di poter passare la Suzuki di Kenny."

"Abbiamo ancora bisogno di maggiore accelerazione, devo guidare la moto come una grossa 250. Ma la veloctà massima è buona e il feeling con l'avantreno che si ha con questo telaio è un'altra cosa. Direi che ci siamo. »

Il proprietario del team, Kenny Roberts concorda nel giudicare l'evento un passo avanti: "Questo week end è andata molto bene. All'inizio avevamo dei problemi di affidabilità, ma sembra che ormai ce li siamo lasciati alle spalle. Va molto meglio. Si può dire che la nostra stagione cominci ora."

« È dificile per noi lavorare sull'affidabilità e sullo sviluppo allo stesso tempo. Ora dobbiamo concentrarci sull'aggiungere un po' di performance, fare un altro passo per essere più competitivi."

Tags:
MotoGP, 2005, GRAN PREMIO ALICE D'ITALIA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›