Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Checa e Capirossi cercano di domare le Ducati a Laguna Seca

Checa e Capirossi cercano di domare le Ducati a Laguna Seca

Checa e Capirossi cercano di domare le Ducati a Laguna Seca

I piloti del team Ducati hanno avuto il loro primo assaggio con la pista di Laguna Seca, per il Red Bull US Grand Prix. Entrambi i piloti Ducati avevano già avuto un'esperienza sul tracciato statunitense, quello di oggi è un ritorno per entrambi. Sentiamo cosa ne pensa Carlos Checa.

"Il circuito è tutt'altro che semplice con tutti questi cavalli da gestire ma è veramente divertente. Per il momento non mi sembra particolarmente pericoloso, solo molto impegnativo in alcuni punti. Finora le prove stano andando bene e una volta che avrò più confidenza con la moto sono certo che riuscirò ad essere più veloce e più agile in curva."

"Abbiamo modificato il bilanciamento della moto con pochi, semplici aggiustamenti. Abbiamo lavorato sull'anteriore, che non mi dava confidenza, e stiamo cercando di rendere più stabile il posteriore, ma è davvero difficile trovare un buon compromesso su un tracciato caratterizzato da saliscendi come questo. Nelle prove del pomeriggio abbiamo anche cambiato i rapporti e provato molte coperture Bridgestone. Sta andando tutto bene e miglioriamo, anche se per il momento non siamo tra i primi. Il tracciato non mi sembra particolarmente pericoloso, solo difficile in alcuni punti."

Questo il parere di Capirossi: "Per il momento non sono veloce come vorrei: non andiamo male ma dobbiamo ancora lavorare sul set-up e sui rapporti. Stiamo provando alcune gomme ma sono ancora un po' troppo dure, quindi non ho trovato il feeling ideale. Questa pista è spettacolare, molto bella ma credo poco adatta a queste moto: ci sono parecchi punti pericolosi."

Dopo le due ore di test al mattino, Loris Capirossi non ha potuto sfruttare la sessione pomeridiana, costretto a fermarsi dopo solo 9 giri per recarsi in Clinica Mobile. Qui gli è stato riscontrato un fenomeno gastroenterico acuto accompagnato da crisi ipotensiva, nausea, cefalea e un lieve rialzo febbrile.

Loris si era sentito male tra le prove del mattino e quelle pomeriggio, ma ha provato ugualmente a scendere in pista con la sua Desmosedici GP5. E' ancora da stabilire la causa del malessere, probabilmente dovuta a un problema alimentare o a un colpo di freddo.

Tags:
MotoGP, 2005, RED BULL U.S. GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›