Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Dopo quella digitale arriva la Laguna Seca reale, per i piloti Kawasaki

Dopo quella digitale arriva la Laguna Seca reale, per i piloti Kawasaki

Dopo quella digitale arriva la Laguna Seca reale, per i piloti Kawasaki

Se per alcuni il circuito di Laguna Seca è un tracciato conosciuto, per altri questo fine settimana sarà la prima volta che affronterà il 'cavatappi' e i celebri saliscendi di Laguna Seca. Tra questi, i piloti dek team Kawasaki, Shinya Nakano e Alex Hofmann, fino a oggi avidi consumatori di km sul circuito californiano, ma nella sola versione PlayStation.

Queste le impressioni virtuali di Nakano: "Ho dato un'occhiata al tracciato sulla PlayStation, anche se era Gran Turismo, non un gioco di moto quindi, e mi sembra sia molto tecnico, molto duro. 32 giri non sono pochi. farò molti giri con lo scooter prima di scendere in pista per le prove libere, ma penso che la Kawasaki abbia un buon potenziale sul questo circuito. Abbiamo una buona accelerazione, con l'ultimo motore che ci è stato fornito, e una buona guidabilità. con 11 curve forse la velocità non è poi così importante, ma sono tutte cose di cui mi renderò conto una volta che sarò in pista con la mia ZX-RR venerdì."

"Per me è come un ogno che si avvera, quello di correre a Laguna Seca. Quando ero un ragazzino, in Giappone, mi ricordo di aver visto correre qui Kevin Schwantz e Wayne Rainey. Kevin è il mio eroe tra i piloti, era molto aggressivo e veloce, ammiro molto il modo in cui correva. Ma capisco anche quanto fosse in gamba e combattivo anche Rainey."

Anche Hofmann può vantare una certa esperienza con la PlayStation su questo circuito: "Ho fatto un migliaio di giri con la PlayStation per arrivare preparato e non vedo l'ora. Sono pronto per la sfida su questa pista."

"La pista sembra insidiosa e dura, ma anche motlo divertente con non molti punti dove vai al massimo, il che potrebbe avvantaggiare l'ultima messa a punto del motore della nostra ZX-RR. Sono arrivato negli States in anticipo per adattarmi al cambio di fusio orario e per ambientarmi in California e fare un po' di allenamento. Spero in un giro di fortuna, qui a Laguna Seca, i miei recenti risultati sono stati al di là del mio controllo. Spero di poter andare veloce quanto andavo con la PlayStation!"

Tags:
MotoGP, 2005, RED BULL U.S. GRAND PRIX, Shinya Nakano

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›