Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Le prime impressioni dei piloti su Laguna Seca

Le prime impressioni dei piloti su Laguna Seca

Le prime impressioni dei piloti su Laguna Seca

Nicky Hayden (Repsol Honda) 1º
"È fantastico essere il pilota più veloce qui sulla pista di casa, un'emozione unica e il miglior modo di inizare il fine settimana. La moto si sta comportando molto bene, abbiamo iniziato con una messa a punto di base e la nostra scelta si è rivelata azzeccata. Grazie al lavoro di tutto il team. Anche gli pneumatici stanno andando bene, Michelin ci ha dato del materiale molto buono oggi. Il circuito è proprio come lo ricordavo, e dire che sono passati già tre anni dall'ultima volta che ho corso qui. In realtà a vederlo con queste moto mi sembra un po' piccolo per le MotoGP, il rettilineo principale, che prima mi sembrava sufficientemente larga, con queste moto non lo è poi così tanto. Però sto dando molto qui, grazie anche al supporto di tutti gli appasionati che mi hanno seguito e ai miei fratelli che sono qui anche per vedermi. È fantastico!"/p> Troy Bayliss (Honda Pons) 2º
"Sono tre o quattro anni con non venivo su questa pista. La pista è praticamente la stessa. fatta eccezione per un paio di gobbe, sembra che ogni anno ne spunti una. Hanno fatto un buon lavoro per quanto rigurada la sicurezza, spostando un paio di muretti, l'impressione ora è che sia molto più sicra. Rimane comunque una pista molto difficile, dove bisogna fare molta attenzione, ma è comunque una pista che mi piace molto, forse anche perché l'ultima volta che sono stato qui ho fatto un buon risultato. Mi sento a mio agio con la moto, ma sarà un lungo fine settimana, per ora posso dire di aver fatto un buon inizio. Concentrazione, determinazione e lavoro duro è tutto quello di cui abbiamo bisogno ora."

Sete Gibernau (Movistar Honda) - 7º
"La prima impressione che ho avuto è che questo è un circuito molto differente da quelli europei. L'obiettivo era quello di fare quanti più giri possibile per avere dei dati su cui lavorare e stare tranquilli. La ora in più che abbiamo avuto a disposizione si è fatta sentire, è stata importante per regolare il cambio, gli pneumatici e le sospensioni. Abbiamo lavorato su due differenti messe a punto e ora mi sento molto più tranquillo. Sapevamo di venire su di un circuito complicato, ma sono ottimista perché stiamo lavorando nella direzione giusta."

Marco Melandri (Movistar Honda) - 8º
"Questa mattina mi sentivo a mio agio con la moto e ho provato a aforzare un po' troppo in fretta. Ho fatto un errore e la ruota davanti mi è andata via. Ho avuto fortuna perché poteva andarmi peggio. Non ho potuto girare tanto, oggi, però spero di passare una notte tranquilla e recuperare domani."

Valentino Rossi (Yamaha Factory Racing) - 9º
"È un circuito difficile. strano, di quelli all'antica. Il cavatappi è un bel passaggio e tutto sommato la pista non `poi così male. Però penso sia troppo pericolosa per le nostre moto. In mattinata è andata bene, però nella sessione del pomeriggio abbiamo avuto qualche problema. La messa a punto scelta non era quella giusta. Dovremo fare meglio domani." Carlos Checa (Ducati) - 10º
"Abbiamo modificato il bilanciamento della moto con pochi, semplici aggiustamenti. Abbiamo lavorato sull'anteriore, che non mi dava confidenza, e stiamo cercando di rendere più stabile il posteriore, ma è davvero difficile trovare un buon compromesso su un tracciato caratterizzato da saliscendi come questo. Nelle prove del pomeriggio abbiamo anche cambiato i rapporti e provato molte coperture Bridgestone. Sta andando tutto bene e miglioriamo, anche se per il momento non siamo tra i primi. Il tracciato non mi sembra particolarmente pericoloso, solo difficile in alcuni punti".

Tags:
MotoGP, 2005, RED BULL U.S. GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›