Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Hopkins conduce lo squadrone Bridgestone negli USA

Hopkins conduce lo squadrone Bridgestone negli USA

Hopkins conduce lo squadrone Bridgestone negli USA

Un ritorno importante quello della Bridgestone in un GP statunitense, con i suoi piloti che hanno combattuto nelle prime dieci posizioni del Red Bull US Grand Prix di Laguna Seca.

Dopo un esilio durato 11 anni, il Campionato del Mondo di MotoGP torna sul circuito mozzafiato di Laguna Seca, con un tutto esaurito di 57.000 appassionati che hanno fatto il tifo, tra gli altri piloti di casa, per John Hopkins.

"Sono un po' deluso, se devo dirla tutta. Correvo in casa e il risultato non è stato proprio quello che speravo. Sono stato superato da un po' di piloti in partenza e su questo tracciato sorpassare non è proprio facile, così riprendere le posizioni perse è stato difficile."

"Ho finito per mantenere la posizione che avevo per gran parte della gara. Ho provato a passare Bayliss per gran parte della corsa, ma non ci sono riuscito. Con le temperature dell'asfalto sensibilmente maggiori, rispetto a quelle registrate nelle prove, abbiamo dovuto usare una gomma posteriore dura che non avevamo usato molto nel fine settimana. Volevo dare un buono spettacolo per tutti gli appassionati americani presenti, penso di averlo fatto ugualmente. Ho passato la gara praticamente in derapata. È stato bello vedere due americani sui primi due gradini del podio, certo speravo di essere uno di loro."

Il vice presidente di Bridgestone Corporation, Sugio Fukuoka, ha dichiarato: "Nella nostra prima gara in assoluto con il MotoGP negli USA, i nostri team e i nostri piloti si sono comportati molto bene. Nonostante non possiamo dirci completamente soddisfatti dei risultati ottenuti, il fatto che i nostri pneumatici si siano comportati bene è una nota positiva. Abbiamo fatto notevoil passi in avanti qui e raccolto dati preziosi che verranno impiegati nelle prossime fasi di sviluppo. Adesso aspettiamo di ritornare ai GP in Europa."

Tags:
MotoGP, 2005, RED BULL U.S. GRAND PRIX, John Hopkins

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›