Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Moto ufficiali e privati: il parere di Sylvain Guintoli

Moto ufficiali e privati: il parere di Sylvain Guintoli

Moto ufficiali e privati: il parere di Sylvain Guintoli

Sylvain Guintoli ha approfittato della pausa tra l'ulitmo GP della 250, quello disputatosi ad Assen, e la prossima tappa del Campionato del Mondo che si disputerà a Donnington Park, per rilasciare alcune riflessioni sulle principali differenze che contraddistinguono le moto ufficiali e quelle private come quella condotta da lui stesso.

"All'inizio del Campionato del Mondo della 250, l'obiettivo era quello di conseguire qualche buon risultato, mostrare il proprio potenziale e farsi notare per meritarsi una moto ufficiale. Ci avevano spiegato che le moto ufficiali, che dispongono di un maggior rendimento, sono indispensabili se si vuole arrivare sul podio o addirittura vincere."

"Colgo l'occasione di questa pausa per fare alcune considerazioni sulle principali differenze tra le nostre moto, private, e le dodici moto ufficiali presenti sulla griglia in questa stagione. Da fuori è molto difficile poter notare differenze, ma viste da vicino vi posso assicurare che queste differenze ci sono. Soprattutto nella stagione in corso."

"Nonostante le moto si assomiglino, non c'è un solo pezzo che possa essere adattato da un tipo di moto all'altro. Il telaio delle Aprilia private, nonostante sia stato concepito molto bene sin dall'inizio, non ha subito evoluzioni importanti dalla sua nascita, cioè da più di dieci anni. Ogni anno i team privati ricevono un kit (cilindri, terminali, il programma di accensione, quello per l'acquisizione dei dati, etc.) da usare con le Aprilia 250 competizione per i clienti."

"Per le moto ufficiali il discorso cambia completamente. Le moto sono moto nuove. Ricevono un telaio evoluto di anno in anno, e lo stesso dicasi per il motore. Anche nel corso della stagione vengono fornite le evoluzioni di telaio e motore. La potenza dichiarata è superiore di un 6-7% rispetto alle private. Inoltre le ufficiali godono di un'attenzione di massimo livello per quanto concerne gli pneumatici. Rispetto al rendimento, in generale i privati hanno circa 10km/h in meno di velocità massima nei rettilinei, ma è nell'accelerazione che si vede la grande differenza tra le moto. Il solo punto in comune è il peso, fissato per regolamento in 100kg."

"Con questa descrizione, è facile comprendere come in ogni GP ci siano un paio di giri di differenza tra le due tipologie di moto. Non voglio essere frainteso, le moto private sono comunque delle moto competitive, tant'è che spesso siamo davanti ad alcune delle ufficiali." "Spero di riuscire, un giorno, a correre a parità di armi, con questi piccoli bolidi!"

Tags:
250cc, 2005, Sylvain Guintoli

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›