Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Pedrosa: "Nel 2006 in sella alla Honda MotoGP ufficiale"

Pedrosa: 'Nel 2006 in sella alla Honda MotoGP ufficiale'

Pedrosa: "Nel 2006 in sella alla Honda MotoGP ufficiale"

Dani Pedrosa ha annunciato ieri a Londra che il prossimo anno partciperà al Campionato del Mondo nella classe MotoGP in sella a una Honda ufficiale. Il Campione del Mondo in carica della 250 ha dichiarato, nel corso di un incontro informale con alcuni rappresentanti dei media incontrati ieri nella capitale britannica, il passaggio alla classe regina con la stessa casa con cui attualmente conduce il Campionato del Mondo della 250.

Il pilota spagnolo ha finalmente confermato le voci insistenti che da vdiverse settimane circolavano nel paddock e che, fino a ieri, non avevano trovato una conferma da parte del protagonista di questa vicenda.

"Suppongo che Honda mi abbia scelto per vari motivi, il primo innanzi tutto per i miei titoli e le mie vittore, ma anche, credo, per il fatto che sono un pilota giovane e veloce. Penso abbiano tutte le intenzioni di prepararmi alla conquista del titolo della MotoGP. Un'altra ragione potrebbe essere che, da quando ho iniziato a correre all'età di 14 anni, l'ho sempre fatto con una Honda, una cosa che nessun altro pilota può vantare."

"Dal momento che Honda ci ha fatto questa proposta l'abbiamo accettata. Tanto Alberto [Puig], quanto io, siamo concordi su di una cosa: prima di tutto conta avere la moto migliore, i soldi vengono dopo. Questa era la nostra priorità. Sappiamo che passando a una squadra privata avremmo guadagnato moltissimo, però l'importante è la moto, per guadagnare bene ci sarà tempo."

Pedrosa ha confessato di non aver ancora preso in considerazione quali saranno le reali conseguenze di questo suo passaggio in MotoGP, pur riconoscendo che dovrà lavorare molto sulla sua preparazione fisica per riuscire a dominare le potenti moto della classe regina.

"Quando lo scorso novembre ho provato la Honda MotoGP a Valencia, ho avuto la sensazione che mi stesse un po' grande. Il mio fisico è un po' in difetto su di una moto così. Devo prepararmi con cura. È una moto che non ti permette errori, al primo sbaglio ti sbalza di sella. E i suoi sbalzi possono costare caro. Con un motore come quello delle MotoGP i rettilinei non durano molto, non possono nemmeno dirsi rettilinei, in realtà."

Il pilota del team Telefónica Movistar, che risiede nella capitale britannica, ha approfittato della bella giornata di ieri per effettuare un giro sul London Eye, la ruota panoramica posta sulle rive del Tamigi, e osservare la sua città di adozione dall'alto dei 135 metri della struttura.

Accompagnato da un gruppo di giornalisti e dal direttore del suo team, Alberto Puig, il Campione del Mondo in carica della 250, e attuale leader della classifica del Mondiale della stessa categoria, ha completato la giornata con un giro in barca sul fiume della capitale inglese, dalla quale ha potuto osservare da un'inedita prospettiva alcuni dei punti più celebri di Londra.

Pedrosa ha sottolineato come il GP di Donington sia per lui un po' come il secondo GP di casa, e come la voglia di tornare in sella alla sua Honda sia tanta: "Dopo tre settimane di pausa, non vedo l'ora di tornare in moto. Lo scorso anno abbiamo fatto una bella gara a Donnington, spero proprio che riusciremo a ripetere quel risultato."

Tags:
250cc, 2005, betandwin.com BRITISH GRAND PRIX, Dani Pedrosa

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›