Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Shell, la tecnologia filtra tra MotoGP e Formula 1

Shell, la tecnologia filtra tra MotoGP e Formula 1

Shell, la tecnologia filtra tra MotoGP e Formula 1

Spesso vengono fatti dei confronti tra il Campionato del Mondo di MotoGP e la Formula 1, i due massimi campionati nel mondo dei motori. Con il passaggio della MotoGP ai motori quattro tempi, nel 2002, il MotoGP ha fatto un passo in avanti verso una tecnologia più evoluta, con i costruttori che hanno iniziato a sviluappare tecnologie ispirate e adattate dalla formula `cugina´: dai sofisticati mapping del motore, al controllo della trazione, alla distribuzione valvolare pneumatica.

Nel corso degli ultimi anni, i due campionati si sono tenuti d'occhio l'uno con l'altro, nonstante un'apparente indifferenza, e ora alcune delle tecnologie impiegate da uno posso essere trasferita all'altro. Questo il motivo per cui, il passato fine settimana, sul circuito di Brno si è visto il Technical Manager di Shell per il team Ferrari di F1, Mike Copson. Un entusiasta del motociclismo, Copson è stato invitato al Gauloises Grand Prix Ceske Republiky da Shell Advance, per osservare da vicino la collaborazione della società con il team Ducati Marlboro.

Copson spiega a motogp.com quale sia l´approccio di Shell nei confronti del MotoGP e della Formula 1, e cosa le due discipline possono imparare l´una dall´altra.

"Per Ferrari, sono il responsabile tecnico dello sviluppo di tutti i programmi relativi ai prodotti che produciamo per il team, dal carburante agli oli, ai lubrificanti. Lavoro con un team di tecnici molto preparati al programma di sviluppo, partecipo inoltre a tutte le gare come punto di riferimento tecnico in Ferrari per quello che riguarda i prodotti Shell. Mi assicuro che Shell faccia la cosa giusta per Ferrari, così come che Ferrari si integri nella giusta maniera con Shell. Si tratta di una partnership, così come lo è tra Shell Advance e Ducati. Non si tratta di un semplice contratto di fornitura, insomma, quanto di un rapporto integrato di collaborazione tecnica. Il modo con cui Shell si relazione con le due differenti discipline è lo stesso."

"In Shell c'è molto scambio di informazioni. I ragazzi di Shell Advance parlano con quelli di Shell Helix. Io parlo con tutti in merito a quello che facciamo nel campo dei lubrificanti, ci sono cose che possiamo imparare dalla Formula 1. Ma non è come essere sul posto, in gara, vivere l´atmosfera, imparare sul campo. Questa è la cosa più importante, dal mio punto di vista, guardare e imparare."

"Il MotoGP è il vertice del motociclismo, la Formula 1 il vertice dell´automobilismo. È importante vedere quali siano le differenze in questi due sport, ognuno dei quali al massimo livello della sua categoria. L´approccio è completamente differente."

"Dal mio punto di vista, la differenza principale tra MotoGP e Formula 1 consiste nel fatto che i lubrificanti sono chiamati a svolgere ruoli differenti nelle due discipline. Nella Formula 1 abbiamo lubrificanti dedicati per il motore e la scatola del cambio. Inoltre non esistono regolamentazioni in questo ambito, quindi lavoriamo con una latitudine tecnica maggiore."

"Nel MotoGP, ci si basa su di un prodotto standrad, successivamente modificato, personalizzato sulle necessità del MotoGP. Ma la cosa importante da ricordare del MotoGP è che Shell Advance ha un compito molto più difficile, perché deve lubrificare il motore, la scatola del cambio e la frizione. Deve fare molte cose differenti. Il fatto che sia basato sul Shell Advance e quindi personalizzato in seguito, questa penso sia la maniera giusta di affrontare il problema."

"In Formula 1 questo approccio non pe possibile, prendere un olio standard e quindi modificarlo sull´esigenze della Formula 1. Le due discipline sono molte diverse. In Formula 1 raggiungiamo giri/minuti molto più elevati,c´è una maggiore presenza di forza G. Ma nel MotoGP devi tenere in conto l´inclinazione della moto, inoltre le gare sono più brevi, puoi quindi essere più aggressivo nella preparazione degli oli. Tecnicamente è affascinante, in Formula 1 c´è sempre stato un gran parlare di unire in un unico prodoto il lubrificante per il motore e quello per la scatola del cambio. Ma non succederà mai. Per questo sono qui, in MotoGP, per vedere come tre lubrificanti completamente differenti, motore, cambio e frizione, si comportino in unica miscela."

Con il passaggio, nel 2007, alla cilindrata 800cc, è indubbio che i costruttori cercheranno un numero di giri/minuto maggiore, in modo da ottenere le stesse potenze dai loro quattro tempi. Un più elevato numero di giri comporta, consequenzialmente, uno stress maggiore alle parti rotanti, per questo il MotoGP potrebbe trarre beneficio dalla Formula 1, dove i motori raggiungono i 20.000 giri/minuti. "Credo sarà proprio questo quello che succederà. Anche la Formula 1, nel 2006, vedrà una riduzione della cilindrata dei motori. Quindi anche qui avremo un aumento dei giri. La cosa interessante della collaborazione tra Shell Advance e Ducati, e Shell Helix con Ferrari, è che ci parliamo internamente, tra di noi. Non sono progetti estranei uno all´altro. Sono quindi convinto che le tecnologie che vengono introdotte in Formula 1, possano filtrare in Shell Advance, e venire un giorno impiegate in MotoGP."

Tags:
MotoGP, 2005

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›