Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Troy Bayliss si infortuna in allenamento, per lui niente Motegi

Troy Bayliss si infortuna in allenamento, per lui niente Motegi

Troy Bayliss si infortuna in allenamento, per lui niente Motegi

L´australiano della Camel Honda Troy Bayliss non sarà al via del GP giapponese di Motegi a causa di un infortunio rimediato nel corso di una sessione di allenamento.

Bayliss si stava allenando in australia in sella a una moto da cross, quando ha subito un infortunio al polso. Solo una serie di esami più approfonditi potrà stabilire i tempi di recupero del pilota australiano che comunque almeno per la prossima gara non prenderà il via.

Un vero peccato per Bayliss non poetr gareggiare su una pista molto significativa per la sua squadra: per il team di Sito Pons infatti, Motegi significa tre vittorie negli ultimi tre anni, con tre piloti diversi. Alex Barros, che domenica prossima sicuramente proverà a ripetere l'impresa, ha inaugurato la serie positiva nel 2002, portando al successo la Honda RC211V la prima volta che vi saliva in sella, condividendo il podio con il compagno di squadra Capirossi, che giunse terzo.

Nel 2003 il team Camel Honda ha festeggiato la pole position e poi la vittoria dei suoi colori con Max Biaggi, mentre l'anno scorso si è ripetuto con il giapponese Makoto Tamada, di nuovo pole e vittoria, con la soddisfazione anche del record della pista.

Le parole dello stesso Bayliss lasciano pochi dubbi sullo stato d´animo dell´australiano: "Non c'è molto da dire tranne che sono ovviamente molto, molto dispiaciuto di questo stop forzato. Avevo molta voglia di correre a Motegi dopo i test che abbiamo fatto a Brno e mi stavo allenando proprio per prepararmi al meglio. Adesso verificheremo a quali trattamenti mi devo sottoporre; il mio obiettivo è tornare in forma al più presto possibile."

Alex Barros si dimostra ottimista in previsione dell´appuntamento giapponese, ad attenderlo una pista dove il pilota brasiliano ha molti bei ricordi: "Motegi mi piace , è una pista dove posso ricordare con piacere diverse gare, e non solo la vittoria del 2002, quando ho guidato per la prima volta questa moto, la Honda quattro tempi, o il podio dell'anno precedente."

"È stata molto bella per me anche la gara dell'anno scorso, quando dopo l'incidente nella prima curva in cui sono caduti in tanti, mi sono ritrovato in ultima posizione, in fondo al gruppo. Ho fatto tutta la gara in rimonta, arrivando quarto ad un paio di secondi dal podio, dietro a Nakano. Cercheremo di sfruttare al massimo l'esperienza che sia la mia squadra sia io abbiamo su questa pista per fare un'altra bella gara"

Tags:
MotoGP, 2005, GRAND PRIX OF JAPAN

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›