Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Motegi 2004: il podio parla esclusivamente italiano

Motegi 2004: il podio parla esclusivamente italiano

Motegi 2004: il podio parla esclusivamente italiano

A sole due settimane dal primo ´non classificato´ della stagione, rimediato in Portogallo, il capoclassifica del campionato Andrea Doviziosoriprende il controllo della situazionevincendo una gara piena di colpi di scena, interrotta prima che fosse stata disputata la metà dei giri previsti.

Sul podio con Dovizioso ci sono Fabrizio Lai e Simone Corsi, mai sul podio di un Gran Premio del Campionato del Mondo.

Alla partenza, Héctor Barberá ha la meglio su Casey Stoner, Dovizioso e Roberto Locatelli, portandosi in testa, ma l´australiano è abile e riprende la prima posizione. Nel corso del secondo giro, un problema alla leva del cambio mette fine improvvisamente alla gara di Stoner. Dovizioso ne approfitta e passa al comando.

A partire da questo momento il pilota Honda aumenta il ritmo staccandosi dagli inseguitori, i contendenti per il titolo Locatelli e Barberá.

Mentre il veterano di Bergamo si lancia alla caccia del connazionale, Barberá è raggiunto da Simone Corsi, Mika Kallio e Jorge Lorenzo.

Al nono giro, Andrea Ballerini, che girava tredicesimo cade in uscita dall´ultima curva. Il pilota esce illeso dall´incidente, ma la sua moto rimane in pista e l´ungherese Imre Toth non riesce a evitarla e cade in maniera spettacolare. La sua moto va in pezzi sul rettilineo principale e il Direttore di Gara decide di interrompere la prova.

Non era stata ancora percorsa la metà della distanza di gara e quindi poco dopo la competizione è ripresa con una nuova partenza. I piloti si schierano di nuovo sulla griglia pronti per lottare ancora per tredici giri.

In prima fila, secondo l´ordine in cui i piloti avevano oltrepassato la linea d´arrivo prima che la gara venisse interrotta, ci sono Dovizioso, Locatelli e Corsi, mentre Barberá e Lorenzo prendono il via dal fondo della griglia, dal momento che per problemi meccanici non erano riusciti a schierarsi in tempo per il giro di riscaldamento.

Nonostante Locatelli sia partito benissimo, Dovizioso gli è in scia, determinato a non lasciarsi scappare l´Aprilia del bergamasco. I due si alternano al comando ma, all´ultimo giro, Locatelli cade, cedendo definitivamente la posizione di testa al forlivese del team Scot. L´ex Campione del Mondo dell´ottavo di litro infatti riprende la gara, arrivando quattordicesimo.

Alle spalle della coppia di testa ci sono almeno sei piloti che si contendono il terzo gradino del podio: Lai, Corsi, Kallio, Mirko Giansanti e Steve Jenkner. Lo sfortunato contrattempo occorso a Locatelli permette a Lai, che guida una Gilera e a Corsi, il compagno di squadra di Dovizioso, di conquistare il primo podio da quando disputano il Motomondiale

Tags:
125cc, 2005, GRAND PRIX OF JAPAN, Andrea Dovizioso

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›