Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Takahashi: "Maggiore la pressione, maggiore l´energia."

Takahashi: 'Maggiore la pressione, maggiore l´energia.'

Takahashi: "Maggiore la pressione, maggiore l´energia."

È stata dura spostarsi in Europa per il 21enne pilota giapponese Yuki Takahashi, ma ha fatto in fretta a integrarsi nel team Kopron Scot. Adesso Takahashi adora il suo paese adottivo, l´Italia. Il pilota giapponese è stato sedotto dallo charme del Belpaese, dal suo stile di vita mediterraneo.

Questo fine settimana Takahashi farà ritorno a casa, ritroverà infatti la ben conosciuta pista del Twin Ring Motegi Circuit. Dopo una prima apparizione sul circuito di Kansai, nel 2001 con la 125, il pilota giapponese a trovato un sensazionale terzo posto sul tracciato di Motegi nel 2002, come wild card nella 250. All´età di 18 anni divenne il terzo più giovane pilota a finire sul podio nella quarto di litro.

Il pilota del team Kopron Scot ci parla di cosa vuol dire correre a Motegi e sfidare il suo amico e rivale Hiroshi Aoyama su questa pista. Senza dimenticare suo fratello Kouki.

Domanda: Cosa vuol dire correre a Motegi, per te?
Risposta: Per me è una gara speciale solo perché è dove si tiene la tappa giapponese del Campionato del Mondo di MotoGP. Mi piaciono tutti i circuiti giapponesi, ma Suzuka è quello che preferisco perché è quello che reputo più interessante.

D: Quali sono le parti del tracciato che preferisci, e perché?
R: La parte finale del rettilineo, la curva destra è fantastica da affrontare. Non mi piace l´ultima parte del tracciato, è troppo lenta e non molto impegnativa.

D: La migliore gara che hai disputato al Twin Ring Motegi Circuit?
R: Il GP del 2002, quando sono arrivato terzo. Ma ho dei buoni ricordi anche della gara dello scorso anno. Ho vinto l´ultima gara dell´anno e ho vinto il All Japan Championship, esattamente come Hiroshi Aoyama.

D: C´è molta pressione su di te per questo appuntamento casalingo?
R: Non ho problemi a essere sotto pressione, mi da un´energia maggiore. I miei amici e la mia famiglia saranno a Motegi, ma non avrò una pressione maggiore del solito, io voglio sempre vincere.

D: A Motegi correrai contro Aoyama. Quali sono le tue sensazioni in merito?
R: Buone. Possiamo entrambi gareggiare per la vittoria, e io devo vincere. Hiro ha un anno in più di esperienza, rispetto a me, nel Campionato del Mondo di MotoGP, ma a Motegi le nostre esperienze sono le stesse. Se rimarremo insieme sarà una bella gara per noi.

D: Correrai anche contro tuo fratello Kouki. Cosa ci dici di questo?
R: Lui è molto giovane. Ha 17 anni e corre nel All Japan Championship per la prima volta, sarà molto dura per lui a Motegi. Chiaramente gli darò i consigli di cui avrà bisogno, saimo molto amici. Quando torno in Giappone andiamo sempre in moto insieme. Ho una ltro fratello, il più piccolo di noi, che gioca a calcio.

D: Le tue previsioni sulla gara?
R: Ho delle buone sensazioni. Da Donington e Sachsenring sto guidando molto meglio. Mi sento molto più a mio agio sulla moto, ora. Stiamo andando nella direzione giusta e sono molto felice.

Tags:
250cc, 2005, GRAND PRIX OF JAPAN, Yuki Takahashi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›