Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Le dichiarazioni dei piloti dopo la prima giornata a Motegi

Le dichiarazioni dei piloti dopo la prima giornata a Motegi

Le dichiarazioni dei piloti dopo la prima giornata a Motegi

John Hopkins (Suzuki MotoGP) - 1º tempo [1´47.952]
"Suzuki ci ha fornito delle nuove parti, e Bridgestone ha dei buoni pneumatici da gara, sono fiducioso per la gara. Non vedol l´ora che arrivi domenica perché penso che possiamo fare un buon risultato e spero di salire sul podio. Nelle ultime due stagioni non mi è andata molto bene qui, però sono ottimista per questa gara."

Loris Capirossi (Ducati Marlboro) - 2º tempo [1´48.053]
"Sono veramente molto soddisfatto del lavoro che abbiamo svolto oggi e gli pneumatici hanno subito garantito ottime prestazioni già da questa mattina. Abbiamo continuato nella stessa direzione anche nel pomeriggio e, sotto ogni profilo, questa è stata una delle giornate migliori dall´inizio della stagione. Il mio ritmo è fantastico e ho realizzato il miglior tempo di 1'48.053 al decimo giro con le stesse gomme. Ho deciso di uscire ancora con le stesse coperture e ho concluso con un tempo di 1´48.248. Non male al termine della prima giornata!"

Kenny Roberts Jr. (Team Suzuki) - 3º tempo [1´48.263]
"Penso siamo più o meno allo stesso punto in cui ci trovavamo a Brno, tra i primi cinque o sei. Dobbiamo vedere come andranno le qualifiche domani, e vedere se potremo partire da una posizione decente. Le accelerazioni qui sono il fattore determinante, non ci possiamo fare molto. Come pilota vorresti sempre che la moto esca di curva più velocemente, ma la cosa che ci aiuterebbe maggiormente sarebbe una maggiore velocità in rettilineo. Dobbiamo lavorarci su."

Valentino Rossi (Gauloises Yamaha) - 4º tempo [1´48.574]
"Abbiamo avuto dei problemi con il cambio in mattinata, una delle moto non scalava le marce come avrebbe dovuto. Abbiamo perso circa 15 minuti in quella sessione. Inoltre per la prima volta abbiamo avuto dei problemi con le gomme. Michelin ha sempre lavorato molto bene con noi, adesso ce la stanno mettendo tutta per trovare una soluzione. Tenendo conto di questi problemi, il quarto posto non è male, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare. I miei rivali per il titolo sono dietro di me, ma al momento questa è una cosa a cui non penso molto. Il mio obiettivo per domenica è finire sul podio. Motegi non `il mio circuito preferito, ma ci sono dei punti che mi piaciono, come la curva destra dopo il ponte."

Sete Gibernau (Movistar Honda) - 5º tempo [1´48.582]
"Su questa pista non abbiamo mai centrato dei buoni risultati ed oggi era importante dedicarci a creare una buona base che ci permettesse di affrontare al meglio le violenti staccate! Continueremo a lavorare sul davanti per trovare il miglior assetto possibile in funzione della gara. Sono sereno per il lavoro svolto perché ho riscontrato sensazioni positive."

Alex Barros (Camel Honda) - 6° tempo [1'48.620]
"Questa mattina abbiamo provato a lungo una gomma posteriore da gara e siamo stati abbastanza veloci. Nel pomeriggio ne abbiamo provata una diversa, facendo parecchi giri anche con quella ma non andava bene. Se avessi usato quella della mattina sarei stato più veloce ma questo era comunque un test che dovevamo fare e che ci ha permesso di scartare alcune opzioni. Domani sicuramente continueremo il lavoro con la Michelin cercando anche di migliorare la messa a punto della forcella perché su questa pista è una regolazione importante, è facile che salti molto. Da questa mattina abbiamo fatto delle modifiche che non ci hanno permesso di migliorare, ma abbiamo delle idee da provare domani dopo aver studiato i dati che abbiamo raccolto."

Nicky Hayden(Repsol Honda) - 7º tempo [1´48.646]
"È chiaro che dobbiamo lavorarci su! Nelle frenate più repentine abbiamo dei problemi di stabilità, questo è quello che dobbiamo risolvere domani. Non abbiamo nemmeno trovato il giusto rapporto del cambio. Dobbiamo fare dei lavori sulla trasmissione, assolutamente. Dovrebbero essere sufficienti a fare la differenza. Abbiamo cambiato l´ammortizzazione posteriore nel corso della sessione e siamo tornati alle impostazioni che avevamo precedentemente. I ragazzi del team avranno dei compiti da fare, questa notte, e anche io troverò il tempo per lavorare."

Max Biaggi (Repsol Honda) - 8º tempo [1´48.718]
"Come prima giornata non è stata un gran che. Abbiamo migliorato qualcosa, ma non abbiamo fatto quel passo in avanti di cui avevamo bisogno. Questo circuito ha alcuni punti in cui ci sono delle frenate molto brusche, alla fine dei rettilieni, e l amoto non è così stabile in curva, è lì che perdiamo tempo. Inoltre è difficile dare gas in uscita di curva, questo è un problema che abbiamo avuto tutta la stagione, niente di nuovo.Sto cercando di conquistare una buona posizione in griglia perché con una buona partenza so che possiamo fare una buona gara."

Carlos Checa (Ducati Marlboro) - 9º tempo [1´48.730]
"Per il momento non siamo ancora riusciti a trovare il set up ideale ma domani cercherò di dare il massimo per andare più veloce e risalire in classifica. Al momento non sono ancora tra i migliori piloti gommati Bridgestone e devo impegnarmi con il mio team nella ricerca della giusta soluzione."

Marco Melandri (Movistar Honda) - 10º tempo [1´48.751]
"I due giorni di test dopo il GP di Brno mi sono serviti molto e posso dire che tecnicamente abbiamo fatto un passo in avanti. Oggi ho girato con il nuovo telaio, riscontrando un miglioramento nella trazione in uscita di curva. Ho impiegato abbastanza tempo nell'effettuare prove di cambio e prove pneumatici ma posso dirmi soddisfatto del lavoro fatto. Sono sereno e motivato."

Makoto Tamada (Konica Minolta Honda) - 11º tempo [1'48.776]
"Questa mattina sono stato bloccato da un problema all'avambraccio sinistro dove, a causa della nuova tuta leggermente stretta, il sangue non circolava bene. Nel pomeriggio le cose sono migliorate. Gli pneumatici Michelin che abbiamo adoperato mi hanno permesso di spingere con sicurezza, in generale siamo riusciti a migliorarci nei vari settori nel corso della giornata odierna, quindi sono tranquillo. Peccato, sono stato bloccato dal traffico nelle ultime due tornate veloci, avrei voluto migliorare sensibilmente il mio tempo sul giro. Domani mattina dovremo effettuare gli ultimi accorgimenti per poter risultare più competitivi nell'unica sessione di qualifica del pomeriggio."

Tohru Ukawa (Camel Honda) - 13° tempo [1'49.238]
"Sono molto contento di essere qui, con la mia vecchia squadra. Questa mattina siamo partiti con il set up di base che uso di solito su questa pista e all'inizio mi sono concentrato soprattutto per migliorare il feeling con la moto. Giro dopo giro mi sento più a mio agio ma il tempo purtroppo è poco quindi domani dovremo definire velocemente la messa a punto della moto per prepararci per le qualifiche."

Alex Hofmann (Kawasaki Racing Team) - 14º tempo [1´49.504]
"Non sono contento del 14º tempo. Questa è la nostra gara in casa e vorrei offrire uno spettacolo migliore per i fan di Kawasaki e delle Bridgestone. Ho un buon ritmo, 1´49 sul giro, ma a meno che non si riesca a stare sull´ 1´48, domenica non si andrà da nessuna parte. Sapevo prima di venire qui che non avrei avuto a disposizione il nuovo motore, non è un problema. Il lato positivo è che la ZX-RR è più stabile in frenata e sull´anteriore, e qui è importante. Il problema è trovare un compromesso tra le accelerazioni e le curve veloci, al momento non ho trovato questo equilibrio: c´è ancora molto lavoro da fare."

Shinya Nakano (Kawasaki Racing Team) - 15º tempo [1´49.566]
"Mi aspettavo di più oggi. Sembra che le nuove parti del motore abbiano un buon potenziale, ma abbiamo bisogno di più tempo per lavorarci sopra. Questo vale soprattutto per la mappatura elettronica e i rapporti del cambio. Non c´è un grande problema, piuttosto sono piccoli dettagli da sistemare, in particolare con i nuovi pneumatici Bridgestone. Lo scorso anno ero 19º il venerdì e poi ho chiuso sul podio. Direi che quindi quest´anno va meglio!"

Tags:
MotoGP, 2005, GRAND PRIX OF JAPAN

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›