Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Sepang, una prova decisiva per molti

Sepang, una prova decisiva per molti

Sepang, una prova decisiva per molti

Il Campionato del Mondo di MotoGP è atteso a un nuovo intenso fine settimana, dopo l´emozionante tappa giapponese di Motegi. Calorosissima accoglienza in Malesia, anche per quanto riguarda il clima, con un tasso di umidità del 94% e temperature intorno ai 30 gradi.

Valentino Rossi affronterà il GP di Sepang con una sola idea in testa: assicurarsi matematicamente e definitivamente il titolo di Campione del Mondo della MotoGP. L´unica minaccia che Rossi deve fronteggiare, oltre a quella rappresentata da un´eventuale caduta che come abbiamo visto non è da escludersi nemmeno per la superstar del MotoGP, ha il nome di Max Biaggi, il rivale di un tempo, che dovrà conquistare 12 punti in più del pilota yamaha per mantenere aperto il discorso Campionato.

"Sepang è uno dei miei circuiti preferiti. La moto si è comportata molto bene nel corso dei test che abbiamo disputato qui in inverno, e nonostante avessimo avuto qualche problema, da allora abbiamo fatto molti progressi. Sono molto curioso di vedere venerdì fino a che punto siamo migliorati. Al di là della questione Campionato, è chiaro che vincere a Motegi era il mio obiettivo, ma ci sono cinque gare ancora. Non sento una pressione maggiore rispetto a prima, io lotto per vincere in ogni gara. Sono convinto che Max sarà di nuovo molto veloce, nell´ultima gara ha dimostrato di avere un ritmo differente da quello dimostrato nel resto della stagione. Lo stesso dicasi per Loris Capirossi."

Con il secondo podio consecutivo della stagione, Max Biaggi ha rafforzato la sua seconda posizione nella classifica del Campionato del Mondo di MotoGP. Il pilota romano può vantare al momento un distacco di 16 punti su Colin Edwards, 23 sul connazionale Marco Melandri. Per quanto riguarda Melandri, il pilota Movistar Honda lotta contro il tempo per ristabilire uno stato fisico soddisfacente da permettergli di partecipare al GP malese dopo l´incidente di Motegi. Aumentano, comunque, con il passare delle ore le speranze di vedere Melandri in pista. Se solo ieri il pilota italiano dichiarava di pensare a scendere in pista nella seconda giornata di prove, oggi non sembra escludere l´uscita in pista già dalle sessioni del venerdì.

Con Melandri, a far visita alla Clinica Mobile c´era anche Thomas Lüthi, il pilota svizzero della Elit Grand Prix, che si è sottoposto a una seduta fisioterapica dopo la lussazione della spalla rimediata nell´incidente che lo ha visto protagonista a Motegi. Lüthi ha un vantaggio di soli 3 punti su Kallio, secondo nella classifica della 125: "Per il momento mi fa più male la caviglia che non la spalla, ma ho tutte le intenzioni di correre. Non so come andrà fino a quando non uscirò in pista, ma sono convinto che domenica sarò lì, in pista."

Tags:
MotoGP, 2005, MARLBORO MALAYSIAN MOTORCYCLE GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›