Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Le dichiarazioni dei piloti della MotoGP dopo le qualifiche

Le dichiarazioni dei piloti della MotoGP dopo le qualifiche

Le dichiarazioni dei piloti della MotoGP dopo le qualifiche

Loris Capirossi (Ducati Marlboro) - 1º tempo [2´01.731]
"Il team ha fatto un lavoro grandioso oggi e voglio ringraziare davvero tutti, dedicando questo risultato a Livio Suppo ed alla sua famiglia per il grave lutto che li ha colpiti. Abbiamo dovuto impegnarci di più rispetto a Motegi perchè qui le condizioni della pista non erano perfette, come dimostrano i tempi più lenti rispetto ai test di gennaio. Abbiamo fatto dei piccoli interventi sulle sospensioni alla ricerca di più grip. Il mio giro di qualifica è stato molto buono e sono riuscito anche a realizzare molti passaggi veloci con pneumatici da gara che giudico persino migliori! Domani la gara sarà molto lunga e il caldo umido malese darà filo da torcere alle gomme, alle moto e ai piloti."

Sete Gibernau (Movistar Honda) - 2º tempo [2´01.867]
"Sono contento del secondo miglior tempo della giornata anche se il crono del giro veloce non riflette le nostre attuali condizioni. Non abbiamo il g! iusto passo per la gara e domani lavoreremo al massimo per trovarlo. Purtroppo abbiamo incontrato dei problemi che non si erano verificati durante i test invernali e non possiamo sfruttare al meglio il potenziale della moto."

John Hopkins (Suzuki MotoGP) - 3º tempo [2´02.017]
"Devo dire che sono dispiaciuto, la volevo veramente la pole,anche se devo ammettere che se all´inizio della giornata mi avessero prospettato una partenza dalla prima fila, avrei fatto i salti di gioia! Alla fine stavo facendo un giro veramente veloce, ma poi mi sono trovato bloccato tra altri due piloti. Ci stiamo concentrando alla gara di domani. Abbiamo fatto abbastanza giri con le gomme da gara. Stiamo lavorando alla migliore partenza possibile, dobbiamo iniziare a lavorare al podio!"

Shinya Nakano (Kawasaki Racing) 4º tempo [2'02.178]
"Sono molto contento perché questa è una forte motivazione per il team, dopo i problemi avuti a Motegi. Nelle ultime cinque gare non sono riuscito a qualificarmi davanti, così come avevo fatto ad Assen e a Jerez, il risultato di oggi mi da molta fiducia. Le nuove gomme Bridgestone offrono un grip molto migliorato, molto importante nelle curve piu strette di Sepang.Adesso abbiamo una buona messa a punto per il nuovo motore, una velocità di punta migliore e una distribuzione della potenza più gestibile. In sostanza, posso aprire il gas prima."

Kenny Roberts Jr. (Suzuki MotoGP) - 5º tempo [2´02.215]
"Abbiamo di nuovo fatto capolino dove dovremmo essere. Bridgestone ha fatto dei passi in avanti significativi, come si è potuto constatare nelle ultime gare, adesso sono in grado di guidare la moto come non mi era possibilie prima che arrivassero la nuova serie di gomme. Il nostro obiettivo è fare un buon risultato, per me e per Suzuki."

Nicky Hayden (Repsol Honda) - 6º tempo [2´02.377]
"È andata meglio oggi di quanto non fosse andata ieri. Abbiamo fatto solo delle piccole modifiche alla moto e in mattinata è andata subito meglio. Ho avuto l´impressione di guifdare più forte, oggi. La moto va megli di quanto non abbia dato a vedere, devo fare il mio gioco. Tutti fanno così. In mattinata ero terzo, in qualifiche sesto. Non sono nella posizione in cui vorrei essere in gara, nel pomeriggio, con il caldo, la mia regolarità non è stata il massimo. Dovrò migliorare molto domani, se vorrò rendere orgoglioso qualcuno. Non voglio fare una gare nelle retrovie, domani, ma so che sarà molto dura."

Carlos Checa (Ducati Marlboro) - 8º tempo [2´02.419]
"Sono riuscito a migliorare il mio tempo ma non abbastanza da conquistare un posto in seconda fila. Abbiamo fatto dei piccoli cambiamenti sul set up e ora aspettiamo fiduciosi la gara di domani. Sono abbastanza soddisfatto delle prestazioni degli pneumatici da gara, il mio ritmo è veloce e vedremo domani quanto le condizioni del tempo e del circuito influiranno sull'andamento della gara. In ogni caso, io amo la Malesia e il suo clima e mi sento pronto per domani."

Marco Melandri (Movistar Honda) - 9º tempo [2´02.660]
"Dopo due giorni di prove il piede inizia a dare fastidio. A causa dello sforzo ed il caldo, il piede si è gonfiato e adesso ho bisogno di riposo. Il lavoro in preparazione della gara è un po' falsato dalle mie condizioni fisiche, fatico nei cambi di direzione e, nelle curve a sinistra, non riesco a usare il freno posteriore. Ogni volta che spingo sulla pedana mi tirano i punti e sento dolore. A causa della ferita ho anche una maggiore sensibilità al calore. Detto questo, posso dirmi contento, domenica scorsa era impensabile poter tornare in moto così presto. Per quanto riguarda le qualifiche, speravo di ottenere un miglior piazzamento, domani partirò dalla ter! za fila. Cercherò di fare del mio meglio ma non so se riuscirò a tenere il ritmo di gara."

Alex Barros (Camel Honda) - 11° tempo [2'03.013]
"Sono abbastanza deluso di questo risultato soprattutto perché abbastanza inaspettato. Abbiamo infatti lavorato molto bene per tutti i tre turni di prove precedenti ma quando è arrivato quello decisivo delle qualifiche abbiamo incontrato qualche difficoltà di troppo. Non abbiamo ancora individuato la causa, ma oggi pomeriggio l'anteriore non mi dava fiducia e non ho potuto lottare per una buona posizione nello schieramento. Ho fatto un tempo praticamente identico a quello di questa mattina e questo non è normale. Adesso cercheremo di capire perché la sospensione anteriore non lavori come vorrei e speriamo che domani nel warm up le cose vadano meglio."

Max Biaggi (Repsol Honda) - 12º tempo [2´03.210]
"Sono molto deluso dalla situazione. Abbiamo passato molto tempo con il team ieri, riguardando tutti dati raccolti per cercare di fare una buona messa a punto. Da quando sono uscito in pista stamattina, ci siamo subito accorti che non avevamo fatto dei grandi miglioramenti. Stesso discorso per le qualifiche. Anche con le Michelin da qualifica non sono andato meglio. Sembra che non abbiamo un gran grip al posteriore, perdiamo secondi in ogni punto. Mi piacerebbe pensare che in gara ce la possiamo giocare, come al solito io darò il 100%, questo è certo, al momento non abbiamo però il ritmo per giocarci la vittoria sui 21 giri. Come ho detto ieri, e ho ripetuto per tutto l´anno ho grande fiducia nel mio team, abbiamo ancora tempo per cambiare qualcosa prima della gara. Non tanto, ma un po` sì, e con il tempo c´è anche la speranza."

Olivier Jacque (Kawasaki Racing) - 13º tempo [2'03.364]
"È stata una sessione dura, non ho avuto le migliori prestazioni dalle gomme da qualifica, ci vuole un po`di pratica per esserci abituato, hai una sola possibilità. Inoltre ho avuto qualche problema con la messa a punto, nella sessione del mattino andava bene, poi ho provato una diversa regolazione del posteriore. Poi sono tornato indietro, e ho ripreso la messa a punto della mattina. La moto, in questo modo, andava meglio ma ormai il tempo era scaduto."

Makoto Tamada (Konica Minolta Honda) - 15º tempo [2'03.974]
"Sono deluso perché due scivolate così non ci stanno, appena provo a spingere un pochino mi ritrovo per terra senza neanche accorgermene. Non so più a cosa pensare, ora verificheremo le mie condizioni fisiche, ho qualche ammaccature qua e là, la cosa che più mi preoccupa è il dolore alla mano destra. In ogni caso domani verificheremo le mie condizioni durante il warm up e la notte mi porterà consiglio."

Shane Byrne (Camel Honda) -18° tempo [2'06.493]
"Non è facile interpretare una moto come questa in poche ore ma la squadra mi sta dando il massimo supporto possibile. Ieri non ho potuto girare più di tanto sull'asciutto, ma questa mattina abbiamo provato i primi cambiamenti e la moto è migliorata molto per quanto riguarda l'anteriore. Nel pomeriggio abbiamo proseguito abbastanza bene su questa strada anche se non abbiamo ancora migliorato l'erogazione della potenza in accelerazione e in uscita di curva non sono ancora veloce come dovrei. Quando è stato il momento di usare le gomme da tempo poi mi sono un po' perso. I primi due giri non sono andati molto bene e me ne sono reso conto, ma l'ultimo mi sembrava davvero buono e invece non ho migliorato quasi per niente. In ogni caso domani cercheremo una soluzione da provare nel warm up e poi in gara vedremo come andrà la gara."

Tags:
MotoGP, 2005, MARLBORO MALAYSIAN MOTORCYCLE GRAND PRIX, QP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›