Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

In Australia Jacque e Nakano tornano insieme

In Australia Jacque e Nakano tornano insieme

In Australia Jacque e Nakano tornano insieme

Dopo essere stato costretto a saltare l´ultimo appuntamento del Campionato del Mondo della MotoGP, a Losail in Qatar, a causa di un infortunio, Olivier Jacque tornerà a far coppia con Shinya Nakano sulla Kawasaki Ninja del Kawasaki Racing Team per la gara di Philip Island, in occasione del Polini Australian Grand Prix.

Il 32enne pilota francese si è sottoposto a un programma di riabilitazione, dopo la caduta nella prima giornata di prove sul circuito di Losail, ed è stato autorizzato a prendere il via al GP australiano dai medici che lo hanno visitato.

Le visite a cui è stato sottoposto Jacque, comprensive di raggi e scansioni, non hanno evidenziato fratture o lesioni interne come conseguenza della caduta in Qatar. Jacque è stato chiamato da Kawasaki, per la quale svolge i test sulle moto del MotoGP, come sostituto dell´infortunato Alex Hofmann, ruolo che sosterrà in Australia e nella seguente tappa in Turchia.

Jacque elenca il circuito di Philip Island tra i suoi preferiti. L´ultima gara disputata dal pilota francese sulla pista australiana risale al 2003, quando terminò al sesto posto. Nel 2000, sempre a Philip Island, si aggiudicò sulla pista australiana il titolo di Campione del Mondo della 250 dopo una memorabile corsa proprio contro Nakano.

"Conosco ogni millimetro della pista di Philip Island, è una delle mie piste preferite e ho molti ricordi felici di quel tracciato. Quando ho lavorato nella scuola di guida, lo scorso febbraio, mi sono tornati in mente i motivi per cui questa pista è così speciale. Come la curva finale che immette sul rettilineo, la velocità è spettacolare, esci da quella curva come un razzo: è una sensazione eccezionale. E anche la salita sinistra che porta agli Lukei Heights, che è assolutamenta cieca e ti ritrovi con la moto che spunta dalla collinetta e aspetti solo che la curva finisca! Non sto nella pelle."

"Shinya ha dimostrato il potenziale del nuovo motore e degli nuovi pneumatici Bridgestone. La ZX-RR è precisa, un fattore fondamentale a Philip Island. Le mie condizioni stanno migliorando velocemente, devo ringraziare i medici della Clinica Mobile che mi hanno aiutato molto, sia in pista che all´ospedale di Doha. Penso che sarò completamente ristabilito per la gara di P. Island."

Dopo il GP in Qatar, il giapponese Shinya Nakano ha fatto ritorno a casa, per prendere il giusto ritmo con il fuso orario che lo attenderà in Australia per la gara di Philip Island. Nakano ha approfittato del periodo in Giappone per provare la Ninja ZX-RR in galleria del vento, parte del programma di test dello sviluppo aerodinamico delle moto da MotoGP della casa nipponica.

"Non è facile stare in sella a una moto in un tunnel del vento, a una velocità di 180 km/h. È una sensazione surreale, a volte il vento crea una sensazione molto più intensa di quando si corre in pista a 300 km/h. Ma si tratta di un lavoro importante per aiutare gli ingegneri Kawasaki nel capire l´aerodinamica per gli sviluppi futuri. Potrebbe anche rivelarsi un buon allenamento in previsione di Philip Island. È ouna pista fantastica, a volte, però, il vento che viene dall´oceano può essere un problema."

"Come pilota può essere molto divertente, soprattutto nella parti più veloci. Per me la parte più importante, specialmente per i sorpassi, è nel tornante e nella curva che segue, la Siberia Corner, questa è una parte importante. Una buona messa a punto è fondamentale. Anche la velocità massima è un fattore chiave, in Australia, e con l´ultimo sviluppo del motore siamo migliorati molto. Abbiamo anche incrrementato i giri, dovrenno quindi essere riusciti a colmare un po` la differenza con gli altri. Voglio conquistare un altro piazzamento nei primi cinque in questa stagione."

Tags:
MotoGP, 2005, POLINI AUSTRALIAN GRAND PRIX, Shinya Nakano

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›