Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Le dichiarazioni dei piloti dopo la prima giornata australiana

Le dichiarazioni dei piloti dopo la prima giornata australiana

Le dichiarazioni dei piloti dopo la prima giornata australiana

Valentino Rossi (Gauloises Yamaha) - 1º tempo [1´30.349]
"È stata una prima giornata eccezionale per noi, specialemente nel pomeriggio. A Sepang, qualche settimana fa, abbiamo avuto dei problemi, anche se nel pre-stagione eravamo stati molto veloci. Qui è esattamente il contarrio. Abbiamo aincontrato un po` di problemi nella mattinata, ma poi siamo riusciti a trovare una buona messa a punto per la sessione pomeridiana. Il bilanciamento della moto è eccellente, e quando trovi il giusto compromesso, questa pista è veramente divertenete. Si tratta di una pista vecchio stiule, molto veloce e molto tecnica, bisogna avere coraggio per fare il giro veloce. Di solito iniziamo il fine settimana dietro a un paio di piloti, ma oggi abbiamo iniziato davanti e mantenuto il vantaggio per tutto il pomeriggio, per questo posso dire di essere motlo felice. Abbiamo ancora del lavoro da fare domani, in particolare con la ruota posteriore, ma per il momento il ritmo è buono. La motivazione nel team è ancora molta, anche se abbiamo già vinto il titolo: vogliamo continuare così fino alla fine della stagione."

Carlos Checa (Ducati Marlboro) - 2º tempo [1´30.619]
"Abbiamo lavorato bene nel corso di questa prima giornata, concentrandoci in modo particolare sulla ricerca dell'assetto da gara. Non abbiamo utilizzato gomme da qualifica anche perché l'asfalto umido dei primi minuti della sessione mattutina ci ha fatto perdere un po' di tempo e così abbiamo deciso di dedicare tutto il pomeriggio alla scelta del set up e delle gomme da gara. Abbiamo avuto chiari riscontri dalle prove di oggi e stiamo lavorando nella direzione giusta. La mia Desmosedici si adatta bene a questo tracciato, è veloce e stabile: caratteristiche essenziali qui."

Nicky Hayden (Repsol Honda) - 3º tempo [1´31.016]
"Il pomeriggio è andata molto meglio rispetto a questa mattina. Abbiamo fatto alcune modifiche e i ragazzi hanno fatto un buon lavoro. Abbiamo lazato un po` retro e siamo risuciti a migliorare il rendimento della moto nelle curve veloci, in generale la moto si comporta meglio. Questa mattina non ho fatto un gran che, non è che mi divertissi proprio, nel pomeriggio ho potuto prenderla con più tranquillità e divertirmi un po` di più. Ci sono dei piloti che sono veramente veloci, so di dover lavorare molto. Le gomme sono molto importamti qui, sono riuscito a trovare delle gomme che mi andassero bene ed è stato un bene finire la sessione con tre giri piuttosto veloci."

Sete Gibernau (Movistar Honda) - 4º tempo [1´31.316]
"Questa mattina siamo partiti dai dati raccolti su questa pista nei test invernali mentre nel pomeriggio abbiamo provato soluzioni diverse alla ricerca del miglior assetto di gara. Sono contento del lavoro svolto. Abbiamo trovato una buona messa a punto e ci siamo concentrati sui pneumatici. Qui la scelta delle gomme è fondamentale. Infatti, date le caratteristiche della pista, si passa molto tempo inclinati sulla sinistra, per questo si scaldano molto le gomme da questo lato."

Alex Barros (Camel Honda) - 5º tempo [1´31.459]
"Nonostante in questa gara ci manchi una figura molto importante, il nostro telemetrista Lluis, comunque il lavoro procede e le cose sono migliorate rispetto al Qatar per quanto riguarda l'anteriore della moto. Qui risponde bene, non mi crea nessun tipo di problema. Stiamo usando la stessa identica messa a punto di un anno fa, dato che la moto è uguale a parte l'ammortizzatore, e in generale sono abbastanza contento di come si comporta. Non abbiamo ancora trovato una gomma posteriore che dia un grip soddisfacente ma credo che la Michelin analizzerà i dati e spero che domani ci proporrà qualcosa di nuovo da provare."

Marco Melandri (Movistar Honda) - 6º tempo [1´31.530]
"Abbiamo iniziato con il passo giusto, questa pista mi piace molto e sono contento del feeling con la moto. Come base di lavoro siamo partiti dall'assetto del Qatar e abbiamo lavorato a livello di sospensioni e rapporti del cambio, trovando un buon b! ilanciamento. Domani continueremo a lavorare in questa direzione ma posso dirmi molto soddisfatto. Penso di essere maturato in queste ultime gare, sono concentrato nella ricerca della giusta messa a punto senza pensare ad essere subito veloce."

Colin Edwards (Gauloises Yamaha) - 7º tempo [1´31.900]
"Questa è la mia pista preferita, ma non me la sono potuta godere molto, oggi. Ho avuto un po` problemi con la messa a punto e le gome, dobbiamo rivedere alcune cose! Devo mettercela tutta per affrontare le curve, non abbiamo proprio lo stesso feeling con la moto che avevamo nel corso dei test di inizio stagione su questo circuito. La ragione principale consiste forse nelle numerose evoluzioni della messa a punto che abbiamo fatto nel corso della stagione, probabilmente qui dovremo tornare un po` indietro. In inverno ho girato qui in 1´30.200, sappiamo quindi di cosa siamo capaci con la giusta messa a punto. Vogli lasciare l´Australia con il secondo posto in classifica, così da poter giormela al meglio nelle ultime due gare della stagione."

Max Biaggi (Repsol Honda) - 9º tempo [1´31.988]
"Siamo in una forma migliore rispetto a stamattina, ma ancora abbiamo molta strada da fare. La moto è leggera davanti e un po` instabile quando si apre al massimo. Ci sono alcune curve dove sembra che abbiamo maggiori problemi rispetto ad altre. L´ultima curva veloce a sinistra nopn è proprio buona per noi, dal momento che è una curva molto lunga perdiamo molto tempo. Dovrò lavorare molto con il team per domani, per fare in modo che l´avantreno sia pipu stabile. Si tratta di un punto molto importante su di un tracciato come quello di Phillip Island."

Makoto Tamada (Konica Minolta Honda) - 11º tempo [1´32.364]
"Sono influenzato e questo non ha agevolato il mio lavoro. In queste prime due ore di lavoro abbiamo provato varie soluzioni di pneumatici per capire quali mi trasmettono il miglior feeling per spingere al massimo la mia RC211V. La base del setting della moto è abbastanza buono, nonostante non avessimo a nostra disposizione precisi riferimenti visto come sono andate le cose nei testi invernali. Dobbiamo ancora migliorare il settaggio delle sospensioni perché perdo tempo nel percorrere le curve veloci, non mi sento completamente padrone del mezzo. Dobbiamo analizzare i dati della telemetria per capire i punti dove perdo tempo prezioso. La giornata di domani sarà di fondamentale importanza per poter migliorare il setting della moto e lottare per le posizioni di vertice nell'ora di qualifica."

Chris Vermeulen (Camel Honda) - 15º tempo [1´33.178]
"Questa mattina la partenza è stata abbastanza difficile con la pista bagnata ma in generale sono molto contento e mi sto davvero godendo questo momento. La squadra sta facendo un grandissimo lavoro ed ha una grande pazienza con me e con tutte le cose che ancora non so. La moto è totalmente diversa da quella a cui ero abituato, soprattutto per quanto riguarda il comportamento dell'avantreno e, in particolare, il feeling con la gomma anteriore in frenata. E' una cosa a cui devo ancora prendere bene le misure. Non c'è solo quello ovviamente, anche la potenza del motore e l'erogazione sono molto diverse, davvero incredibili. Un'altra cosa che mi ha colpito della RC211V è la compatezza e la leggerezza. Anche se oggi non era una giornata particolarmente ventosa per essere a Phillip Island, influiva in maniera molto più forte sulla moto. Un'altra variabile da tenere in conto."

Tags:
MotoGP, 2005, POLINI AUSTRALIAN GRAND PRIX, FP2

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›