Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il MotoGP e le bellezze culturali di Istanbul

Il MotoGP e le bellezze culturali di Istanbul

Il MotoGP e le bellezze culturali di Istanbul

Carlos Checa, Shinya Nakano e Gabor Talmacsi ha avuto oggi la possibilità di sfruttare al meglio del clima di Istanbul, una bella giornata oggi, per visitare alcuni dei luoghi più celebri della città turca.

I piloti hanno fatto il loro arrivo attraverso lo stretto del Bosforo, che separa geograficamente Europa e Asia, da dove hanno potuto ammirare il ponte sospeso che lo sovrasta.

Giunti in città, i piloti si sono diretti verso la Virgin Tower, dove sono stati ricevuti dal sindaco della città, Kadir Top Bash, che ha dato così il benvenuto al Campionato del Mondo di MotoGP, esprimendo orgoglio e soddisfazione per l´evento Mondiale che avrà luogo domenica sul circuito della città turca: "Siamo molto contenti di accogliere il Campionato del Mondo di MotoGP. Si tratta di un avvenimento sportivo che ci aiuta nella promozione del nostro Paese, questo in un momento storico molto importante per la Turchia che desidera rilanciare la sua immagine e i suoi legami con l´Europa."

I piloti hanno quindi proseguito per il centro della città, dove hanno potuto vistare i principali monumenti religiosi che Istanbul offre, la chiesa di Santa Sofia `Hagia Sofia´ e la moschea del Sultano Ahmet, megli conosciuta coma la Moschea Azzurra, il centro della preghiera per i turchi di religione mussulmana.

Checa si è detto incantato dalla giornata: "È un piacere essere in questo paese, Istanbul è una citta molto ricca, con un incredibile mix di culture, questa è una cosa che mi appassiona. Per quanto riguarda il circuito, devo dire che è uno dei più belli del mondo, con molti dislivelli e sono convinto che sarà uno spettacolo correrci. Questo appuntamento con il Campionato del Mondo di MotoGP sarà un elemento importnate per la promozione del nostro sporti in questo paese."

Per Nakano molte le incognite per quanto riguarda un circuito che non ha precedenti, se non quelli relativi alla Formula 1. Ma anche l´occasione di parlare di quello che sarà il suo nuovo compagno di sqaudra, il francese Randy de Puniet, al quale il pilota giapponese da il benvenuto: "Sono molto contento per lui, così come lo sono del suo arrivo nel team. Credo sarà una grande opportunità per de Puniet, che è un giovane pilota con molte potenzialità."

Anche Talmacsi si è mostrato affascinato dalla città turca, una città che ha definito `meravigliosa´. La cosa che sembra aver più colpito il giovane pilota ungherese sembra essere stato il frenetico traffico della città turca. Per quello che rigurada il circuito sul quale correrà domenica, i dislivelli e alcune delle curve, molto pronunciate, sono i particolari che lo hanno maggiormente colpito. Per Talmacsi saranno molti i pretendenti per la vittoria, in una gara che prevede combattuta.

Tags:
MotoGP, 2005, GRAND PRIX OF TURKEY, Shinya Nakano

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›