Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Le dichiarazioni dei piloti della MotoGP dopo la prima giornata

Le dichiarazioni dei piloti della MotoGP dopo la prima giornata

Le dichiarazioni dei piloti della MotoGP dopo la prima giornata

Marco Melandri (Movistar Honda) - 1º tempo [1´53.506]
: "Ho amato il tracciato fin da subito, abbiamo trovato il modo giusto di lavorare nella sessione del mattino e ho subito trovato un buon feeling con la moto. Guidare qui viene molto naturale, la moto risponde molto bene: il team ha fatto un ottimo lavoro. Sono molto felice, le gomme portate da Michelin lavorano molto bene ei tempi sul giro arrivano anbche senza dover spingere troppo. Voglio tenere i piedi per terra perché gli altri piloti saranno più vicini domani, ma io rimango calmo. Siamo partiti con il piede giusto."

Sete Gibernau (Movistar Honda) - 2º tempo [1´53.945]
"Oggi abbiamo fatto un buon lavoro. La pista, nuova per tutti, mi piace ed è divertente da guidare. Oggi abbiamo girato cercando punti di riferimento e devo dire di aver trovato un buon feeling. Domani continueremo a lavorare nella direzione intrapresa. Domani mattina avremo a disposizione ancora 30 minuti in più per provare e sono sicuro che i tempi si livelleranno. Mancano ancora due gare a conclusione del campionato ed ho voglia di finire questa stagione con un bel risultato."

Nicky Hayden (Repsol Honda) - 3º tempo [1´54.774]
"La pista sembra buona. Alcune curve sono un po` più lente di quello che speravo, ma il grip sembra buono e così la superficie del tracciato. La mia squadra ha fatto un gran lavoro con la messa a punto già dalla prima uscita in pista. La regolazione dei rapporti è buona. Una giornata positiva, in generale. Aver fatto segnare il terzo tempo sembrerebbe ok, ma essere a 1´2 secondi dal miglior giro mi preoccupa. Una differenza che ci dice che abbiamo molto lavoro da fare domani."

Shinya Nakano (Kawasaki Racing Team) - 4º tempo [1´55.015]
"La pista è incredibile, molto veloce, specialmente la curva 11, che è piatta e si affronta in quinta. Mi piace molto correre qui. Anche se disegnata al computer è un tracciato molto a misura d´uomo, molto interessante per i piloti. Una sfida particolare è rappresentata dalle curve cieche, quelle che scollinano, bisogna impostare la traiettoria e trovare il punto di frenata senza fare errori. L´unico punto negativo sono le prime curve lente, sono veramente molto lente e non molto interessanti per una MotoGP. Nella sessione del pomeriggio la moto andava molto meglio nelle curve veloci, avevo una messa a punto molto più stabile al posteriore. Adesso il punto cruciale sarà trovare un feeling maggiore nelle curve lente e lavorare alla scelta degli pneumatici. Abbiamo ancora molte scelte da fare per la gara."

Valentino Rossi (Gauloises Yamaha) - 5º tempo [1´55.078]
"La pista non è male, molto simile alla pista di Shanghai, ma con un maggior numero di sali-scendi, i nostri problemi qui sono simili a quelli che avevamo in Cina. Ci sono sia curve lunghe e veloci che tornanti più lenti, è difficile trovare la corretta messa a punto. La moto non va come vorremmo, così non possiamo essere al massimo. La pista è abbastanza deteriorata nei punti di frenata, per via della Formula 1. La superficie, lì, presenta molte irregolarità. Il nostro problema principale è con l´anteriore, dobbiamo risolvere questo problema per poter guidare la moto al massimo. Comunque, è solo il primo giorno su di una pista nuova, domani vedremo di capire un po` meglio la situazione."

Carlos Checa (Ducati Marlboro) - 6º tempo [1´55.171]
"Oggi abbiamo girato per la prima volta su questa pista, che è moto bella, tecnica ma anche difficile: è impegnativa ma molto divertente. Abbiamo cominciato a prendere la misure di questo tracciato e a lavorare sul set-up della moto. Abbiamo anche provato diversi tipi di coperture Bridgestone. Oggi pomeriggio,a fine sessione, abbiamo trovato un buon compromesso, soprattutto riguardo alla gomma posteriore, che mi ha permesso di girare più forte. Siamo ancora un po` deboli in alcuni punti ma domani proveremo altri pneumatici anteriori, per vedere se potranno permettermi di curvare meglio. Per il momento sono abbastanza soddisfatto della gomma posteriore: domani effettuerò altri giri per provarla sulla distanza."

Colin Edwards (Gauloises Yamaha) - 7º tempo [1´55.171]
"La caduta di questa mattina è stata piuttosto strana. Mi sembrava di andare più piano di quanto non fossi andato nel giro precedente, ma l´anteriore se ne è semplicemente andato. Penso sia lo scotto che si deve pagare su di una pista nuova. La moto ha continuato a girare per un po` prima che abbia potuto raggiungerla e spegnerla, penso che questo sia stato il motivo per cui nel pomeriggio ho avuto un problema al motore. Per quello che riguarda il tracciato, è abbastanza bello. Mi piace. La prima parte è molto interessante, non sono altrettanto convinto dell´ultima parte, penso sia un po` troppo lenta per i miei gusti, penso che se togliessero l´ultima curva a destra sarebbe molto meglio. Vorrei essere un secondo più veloce, ma abbiamo perso un po` più di tempo rispetto agli altri per via dei problemi che abbiamo avuto. Spero di avere una giornata senza incidenti domani, così da ottenere il massimo dalle due sessioni."

Max Biaggi (Repsol Honda) - 10º tempo [1´55.478]
"È sempre bello vedere una nuova pista, e questa è interessante. Questa mattina era molto freddo e non c´era molto grip. Abbiamo alcuni problemi di bilanciamento con la moto, per il momento. Questo è accentuato dal fatto che la pista ha molti cambi di livello e l´avantreno diventa molto leggero quando siamo al massimo della potenza ed è quindi difficile da controllare. Abbiamo fatto alcuni progressi nelle sessioni e le cose vanno un po` meglio, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare. Due secondi dal migliore non è un gran risultato, ma sono fiducioso di poter trovare qualche soluzione per domani."

Makoto Tamada ( Konica Minolta Honda) - 11° tempo [1´55.657]
"Questa pista mi diverte. Si addice alle mie caratteristiche di guida, credo sia seconda sola al Mugello come spettacolarità. Oggi abbiamo lavorato molto grazie ai trenta minuti in più a nostra disposizione. La moto reagisce bene ai miei comandi e mi da fiducia per il proseguimento del weekend. Faccio fatica a scaldare la gomma posteriore nella parte destra, riesco a fargli raggiunge la temperatura ideale solo dopo qualche tornata. Bisognerà stare attenti in gara. L'unica cosa negativa di questo tracciato è la condizione del manto stradale, la Formula 1 ha probabilmente modificato il manto rendendolo leggermente sconnesso. Domani mattina avremo un'altra ora e mezzo a disposizione per provare altri setting, nel pomeriggio spero di partire con il piede giusto per fare una bella qualifica."

Alex Barros (Camel Honda) - 12° tempo [1´55.670]
"Questa pista è una delle più belle che abbia mai visto. Tecnica, con tanti tipi di curve, lente, doppie, con punti di staccata cieca, curvoni veloci, saliscendi… insomma c'è di tutto per assaporare il piacere di guidare. Mi piacerebbe essere più a posto fisicamente ma non voglio lamentarmi perché dopo il volo di domenica potevo essere messo molto peggio. Per quanto riguarda la moto, va abbastanza bene nella seconda metà della pista ma dalla prima alla settima curva perdiamo ancora tantissimo. La moto non gira e siamo molto lenti. Penso che sia un insieme di cose da sistemare tra regolazioni della forcella, delle sospensioni e delle geometrie del telaio. Domani ci dedicheremo a questo."

Olivier Jacque (Kawasaki Racing Team) - 13º tempo [1´55.925]
"Scoprire un nuovo circuito è sempre divertente, una sfida. Ma penso di avere già un buon feeling con questo tracciato, specilamente nella prima curva destra veloce, la 11. La si affronta in quinta marcia, e si apre tutto il gas. Ci sono anche delle parti molto tecniche, come la curva 8, una tripla in realtà, la stessa curva che si ripete tre volte. Sono un po` deluso per non essere stato più veloce nel pomeriggio, ma avevamo fatto delle modifiche alle sospensioni e ho perso un po` di confidenza con l´anteriore nelle curve veloci. Poi siamo tornati alla messa a punto del mattino, ma non ho più ritrovato le stesse sensazioni. La moto è veloce e gli pneumatici molto buoni, dobbiamo solo ritrovare la giusta messa a punto."

Chris Vermeulen (Camel Honda) - 14° tempo [1´56.665]
"Questa mattina mi sono trovato subito abbastanza bene su questa pista molto bella perchè movimentata e divertente. Solo il grip era un po`carente ma già durante la seconda sessione l'asfalto era gommato in maniera più che soddisfacente. Oggi pomeriggio avrei potuto fare un po` meglio per quanto riguarda il tempo ma dopo i primi giri con la posteriore della mattina, ho usato un´unica gomma per tutta la sessione, lavorando solo sui settaggi della moto. Verso la fine ovviamente la resa era ormai scesa parecchio. Non abbiamo quindi tentato di fare prestazioni particolarmente eclatanti ma abbiamo lavorato soprattutto sull'anteriore, con il quale ho un feeling sempre migliore. Magari domani, con l'aiuto della Michelin, potremo provare anche qualche gomma e cercare di progredire anche per quanto riguarda i tempi sul giro."

Shinici Ito (Ducati Marlboro) - 16º tempo [1´56.910]
"Questa è stata la prima giornata su questa pista, per me come per tutti gli altri, e non ho voluto spingere troppo. La moto che sto usando qui è leggermente diversa rispetto a quella che uso normalmente, quindi ho impiegato la maggior parte del tempo a nostra disposizione per trovare un buon bilanciamento e per lavorare sulle gomme. Il tracciato presenta numerose curve difficili ed è impegnativo, quindi devo impararlo meglio. Ci sono alcune sezioni molto lente e altre decisamente più veloci."

Tags:
MotoGP, 2005, GRAND PRIX OF TURKEY

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›