Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Accoglienza calorosa per il rientro di Pedrosa

Accoglienza calorosa per il rientro di Pedrosa

Accoglienza calorosa per il rientro di Pedrosa

Una moltitudine di appassionati e sostenitori ha accolto ieri il rientro a casa, a Castellar del Vallés (Barcellona), di Dani Pedrosa. Tutti presenti per festeggiare il terzo titolo di Campione del Mondo conquistato da Pedrosa. Il pilota Movistar Honda aveva precedentemente tenuto una conferenza stampa a Barcellona per la stampa locale.

Il giovane pilota catalano ha approfittato della conferenza stampa per analizzare in dettaglio la stagione che staa per concludersi, e presentare allo stesso tempo gli obiettivi per il 2006, che lo vedrà protagonista della stagione della massima classe.

"Sono state tre settimane difficili, ho dovuto viaggiare quasi in incognito per non dare a vedere l'entità della lesione che ho subito in Giappone. Abbiamo fatto questa scelta, di non rivelare l'entità della lesione, per non avventaggiare i nostri rivali."

"La stagione è stata più difficile e combattuta che non lo scorso anno, arrivare al podio è stato più difficile quest'anno, lo scorso anno erano solo 3 o 4 i piloti che stavano davanti. In questa stagione erano molti di più, e se l'anno scorso era più facile recuperare dopo una brutta gara, questa volta era più difficile."

"Il mio obiettivo principale per la prossima stagione, in MotoGP, è quello di correre con intelligemza, non cadere e non stare a pensare a duelli che al momento appaiono inesistenti. Ho degli obiettivi molto chiari, l'importante è correre con calma e imparare raccogliendo informazioni sulla mia nuova moto."

Il tre volte Campione del Mondo si è detto sorpreso della calorosa accoglienza ricevuta al suo rientro in Spagna, in particolare una carovana di moto che lo ha accompagnato dall'aeroporto del Prat (Barcellona) fino in città.

"Ho visto molta gente in aeroporto, più che lo scorso anno. Per me è un po' difficile aver a che fare con tutto questo, dal momento che sono una persona molto timida. Certo mi ha fatto molta impressione vedere tutta questa gente. C'erano molte moto, alcuni facevano delle pazzie. La carovana che mi ha seguito nell'ingresso a Barcellona è stata davvero emozionante."

Tags:
250cc, 2005, Dani Pedrosa

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›