Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Checa finisce a terra nella seconda giornata in Qatar

Checa finisce a terra nella seconda giornata in Qatar

Checa finisce a terra nella seconda giornata in Qatar

Seconda giornata di test per i tema Suzuki MotoGP e Yamaha Tech 3 sul circuito di Losail, in Qatar. I test si sono conclusi, anticipatemente rispetto a quanto previsto, a causa della repentina e inaspettata diminuzione delle temperature.

Giornata che si apre con la notizia della caduta di Carlos Checa, che ha riportato un forte trauma cranico che al momento non gli ha consentito di riprendere la pista.

Il pilota catalano non è stato per il momento trasportato nel centro medico della capitale araba. Per Checa si trattava della seconda uscita con la M1 gommata Dunlop con la quale correrà la prossima stagione del Campionato del Mondo di MotoGP.

"Ho preso una botta in testa, all'inizio sono rimasto un po' disorientato. Considerando questo, e il fatto che ormai era metà giornata, abbiamo preferito fare rientro in hotel, in modo da essere in grado di poter scendere in pista domani."

"La causa della caduta, presumibilmente, è da cercarsi nel fatto che avevo su una gomma piuttosto dura, che ha perso aderenza prima di quanto pensassi. Nonostante la caduta, comunque, sono soddisfatto del lavoro svolto e dei risultati dopo questa prima presa di conttato con la M1 di Tech 3."

"Nonostante l'obiettivo di questi test non sia quello di fare un buon tempo, ho ttrovato un ritmo abbastanza buono. Spero di essere in forma per domani, per continuare con i test; a parte la botta alla testa non ho infatti riportato nessuna lesione."

In pista anche il sette volte Campione del Mondo, Valentino Rossi, con la M1 gommata Michelin del team Camel Yamaha. Con lui il compagno di squadra, Colin Edwsrds, entrambi impegnati nei test degli pneumatici.

Valentino è stato autore del miglior tempo della giornata, elogiando la sua Yamaha M1 per la risposta del motore. Il primo pilota del team Camel Yamaha si è concentrato principalmente sulle prove degli pneumatici, evidenziando il ritorno di un leggero problema di chattering, già presentatosi nei test di Sepang.

Soddisfatto Chirsi Vermeulen per i progressi della sua GSV-R del team Suzuki MotoGP, nel corso di questa seconda giornata di test per la scuderia che schiera anche lo statunitense John Hopkins. In Suzuki soddisfazione per il miglioramento della moto, rispetto a quanto visto a Sepang, soprattutto per ciò che concerne l'elettronica.

In pista anche Olivier Jacque (collaudatore Kawasaki Racing) e Shinichi Ito (collaudatore Ducati).

Ulteriori informazioni sui test di Losail, nel corso della giornata.

Tags:
MotoGP, 2006, Carlos Checa

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›