Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

In Qatar la seconda tappa mondiale

In Qatar la seconda tappa mondiale

In Qatar la seconda tappa mondiale

Dopo lo spettacolare debutto della stagione, sul circuito andaluso di Jerez de la Frontera, la nuova tappa del Campionato del Mondo di MotoGP si terrà questa settimana sul circuito di Losail, in Qatar.

Loris Capirossi è attesso alla difesa della leadership della classifcia mondiale, dopo il successo a Jerez. Non sarà un'impresa facile, molti infatti i piloti che attendono l'appuntamento in Qatar per far valere le proprie ragioni.

Primo tra tutti, non potrebbe essere altrimenti, il Campione del Mondo in carica della MotoGP, Valentino Rossi, che a Jerez è stato coinvolto in una caduta alla prima curva che ne ha pregiudicato la corsa. Voglia di rivincita anche per Marco Melandri, il vice Campione del Mondo in carica della massima classe, che ha tutte le intenzioni di staccare un buon risultato sulla scia dell'eccellente fine stagione 2005.

Una nutrita schiera di piloti spagnoli sono attesi alla conferma in Qatar, il Campione del Mondo in carica della 250, Dani Pedrosa è atteso alla conferma dello strabiliante secondo posto con il quale ha debuttato nella categoria regina a Jerez. Così come c'è attesa anche per Toni Elias, che al di là dell'incidente che lo ha visto co-protagonista nella caduta di Valentino Rossi, cercherà di confermarsi tra i primi della classe. Altro lato della medaglia per Sete Gibernau, che a Jerez non ha potuto verificare il suo stato di adattamento alla sua Desmosedici, tradito da problemi di natura meccanica.

Per i team camel Yamaha e Rizla Suzuki, un leggero vantaggio dato dall'aver provato a Losail nei test pre-stagione, così come anche per Yamaha Tech 3. Con loro anche i collaudatori di Kawasaki e Ducati, che potrebbero beneficiare i rispettivi team di preziose informazioni sulla messa a punto delle MotoGP per il circuito arabo.

Ancora un'incognita le condizioni metereologiche; nelle precedenti edizioni del GP del Qatar la gare era stata caratterizzata dalle elevate temperature e da percentuali estremamente basse di umidità, ma data l'anticipazione della prova nel calendario del 2006, è probabile che ci si troverà di fronte a temperature più 'miti'. Sempre presente, tuttavia, il fattore sabbia, che in alcuni punti della pista potrebbe alterare il grip del tracciato.

Tags:
MotoGP, 2006, COMMERCIALBANK GRAND PRIX OF QATAR

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›