Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Michelin fiducia in un nuovo risultato a Istanbul

Michelin fiducia in un nuovo risultato a Istanbul

Michelin fiducia in un nuovo risultato a Istanbul

Nella passata stagione gli pneumatici Michelin si sono dimostrati i dominatori assoluti del GP di Turchia, conquistando le prime otto posizioni della gara.

Nicolas Goubert, responsabile delle competizioni motociclistiche della casa francese, si dice fiducioso in merito a quato nuovo appuntamento mondiale: "Il tracciato è fantastico, presenta delle curve di tutti i tipi, molti cambi di livello. Ma è anche molto simmetrico, quasi perfettooserei dire. Si tratta di una pista con uno stile molto differente rispetto agli altri nuovi circuiti che abbiamo visitato nella passata stagione."

"Facendo un confronto con Shanghai, si deve dire che si tratta di due circuiti agli opposti, anche se sono stati disegnati dallo stesso architetto. Il circuito di Istanbul è molto divertente, fatto per i piloti, un tracciato sul quali i grandi piloti possono fare la differenza.

"Per noi questo è un aspetto molto importante, dal momento che nel MotoGP, al contrario che nella Formula 1, il pilota è il vero ago della bilancia. In Formula 1 la strategia e altri fattori hanno un peso molto maggiore. Molti piloti, nella passata stagione, si superavano in staccata, questo a dimostrazione che non si tratta di un circuito facile."

"In particolare la curva 11 ha molto impressionato i piloti, anche se non è molto esigente per quanto riguarda gli pneumatici. Si tratta di una zona molto rapida, nella quale i piloti non usano tutta l'accelerazione. Per quanto riguarda le gomme, è più citica la tripletta di curve sinistre dal momento che lì i piloti passano molto più tempo inclinati e la temperatura delle gomme risulta di gran lunga superiore."

"Nella passata stagione la pista offriva una certa aderenza, quello che ci si aspettava da un circuito nuovo. Non penso che la pista abbia patito un'usura particolare. Nel 2005 abbiamo usato una combinazione medio-dura, in questa stagione ci muoveremo su parametri simili. Tuttavia non abbiamo tutti i dati necessari sul circuito, siamo stati lì solo una volta."

Tags:
MotoGP, 2006, GRAND PRIX OF TURKEY

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›