Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Bautista: "Non possiamo abbassare la guardia"

Bautista: 'Non possiamo abbassare la guardia'

Bautista: "Non possiamo abbassare la guardia"

Nonostante sia il leader della classifica della 125, lo spagnolo del team Master MVA Aspar Alvaro Bautista è consapevole dell'impegno che richiede la ottavo di litro, contraddistina sempre dall'uniforme competitività dei suoi protagonisti.

Nel recente GP di Le Mans il pilota spagnolo ha dovuto fare i conti no solo con gli avversari, ma anche con la propria Aprilia, colpita da un inconveniente meccanico che ha privato Bautista di quella che sarebbe stata la sua terza vittoria della stagione.

motogp.com ha parlato con Bautista, che ci ha parlato dell'attuale situazione del Campionato della 125, del morale del team dopo il GP francese e del prossimo appuntamento del Mugello.

Domanda: L'inconveniente di Le Mans ha in qualche modo condizionato il tuo morale?
Risposta: "No, per niente. È stato un peccato perché la vittoria era ormai nostra, ma sono cose che possono succedere. È la prova che né noi, né Aprilia possiamo abbassare la guardia."

Domanda: Sembrerebbe che solo Kallio è in grado di tenere il tuo ritmo di risultati, pensi sarà lui il tuo rivale in questa stagione o ti aspetti che altri piloti si facciano sotto?
Risposta: "Nelle ultime gare c'è stata la conferma che le KTM sono tra le migliori, ma anche Honda hanno dato segnali di ripresa. La 125 è così: ogni gara puoi torvarti di fronte un nuovo avversario. Anche il mio compagno di squadra Pasini, se non fosse caduto, sarebbe stato lì a lottare per un posto di testa, stesso discorso per quanto riguarda Pesek."

Domanda: Pensi quindi che Honda abbia ritrovato competitività?
Risposta: "Penso proprio di sì. In Honda hanno lavorato bene e la conferma si è avuta a Le Mans."

Domanda: Arriviamo a un momento della stagione in cui ci sono una serie di gare di fila.
Risposta: "Abbiamo disputato un terzo della stagione e nei prossimi mesi di giugno e luglio disputeremo un altro terzo delle gare previste. Abbiamo un vantaggio piuttosto importante, ma non possiamo sbagliare un'altra volta. L'importante è conquistare punti, non commettere errori ed essere costanti per non pedere la leadership del campionato cercando di aumentare il distacco con il secondo gara dopo gara."

Domanda: Il prossimo appuntamento è il Mugello, cosa ci puoi dire di questo tracciato?
Risposta: "Si tratta di un circuito molto tecnico, veloce ma divertente perché ha diverse chicane. Penso sarà una gara difficile, come lo sono tutte le gare della 125. Per quanto mi riguarda le gare della 125 sono le più emozionanti."

Tags:
125cc, 2006, ALICE GRAND PRIX DE FRANCE, Alvaro Bautista

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›