Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Ducati Marlboro si prepara per la gran festa del Mugello

Ducati Marlboro si prepara per la gran festa del Mugello

Ducati Marlboro si prepara per la gran festa del Mugello

Il team delle rosse di Borgo Panigale si prepara al Gran Premio d'Italia Alice con lo spirito di chi deve affrontare il Gran Premio di casa forte delle buone prestazioni evidenziate in questo inizio di stagione mondiale. Prestazioni avvalorate dai risultati che situano Loris Capirossi al terzo posto della classifica Piloti, la Ducati al secondo in quella dedicata ai Costruttori e la squadra al terzo posto nella graduatoria dei Team.

Capirossi e Gibernau arrivano al Mugello pronti a dare spettacolo per le migliaia di appassionati italiani e, soprattutto, per i 3.000 ducatisti che, come ogni anno, affolleranno la Tribuna allestita alla curva del Correntaio. Su questa pista Loris e la sua Desmosedici hanno centrato due podi (2° nel 2003 e 3° nel 2005) mentre Sete, quando correva con la Honda, ha tagliato il traguardo a pochi decimi dal vincitore del GP del 2004 e lo scorso anno si era aggiudicato la seconda posizione in griglia di partenza.

Questo Gran Premio sarà, per Ducati, denso di eventi e significati: proprio allo scadere di importanti anniversari (80 anni dalla nascita della Ducati, 60 dalla produzione del primo Cucciolo e 50 dalla 'invenzione' del sistema desmodromico) l'azienda italiana presenterà (Giovedì 1 Giugno alle 11.30 nel paddock) la versione stradale della Desmosedici denominata Desmosedici RR.

Capirossi: "Per me il Mugello è sempre speciale. Ogni volta che il Mondiale arriva nel nostro Paese, per noi piloti italiani è sempre un'emozione incredibile e devo dire che, a partire dal 2000, quando vinsi dopo una lotta serrata con Valentino e Max, siamo stati fra i protagonisti di ogni gara. Inoltre il Mugello è ad appena una sessantina di chilometri dallo stabilimento di Borgo Panigale, quindi vengono moltissimi dipendenti e questo mi emoziona ancora di più. Il tracciato è bellissimo, molto particolare e offre un susseguirsi di diversi tipi di curve veloci, lente e saliscendi. Insomma, girare al Mugello è davvero divertente!"

"Ripensando a Le Mans, devo ammettere che il secondo posto è stato un fantastico toccasana per me e anche in prospettiva Campionato. Ringrazio ancora Ducati e Bridgestone: tutti stanno lavorando molto e bene a questo progetto: i gommisti giapponesi, ad esempio, hanno portato a Le Mans alcune novità, tra cui la gomma che usato in gara. Ora guardo fiducioso il nostro GP di casa!"

Gibernau: ""A Le Mans il lunedì dopo la gara abbiamo fatto un enorme passo avanti col set-up della mia Desmosedici: abbiamo migliorato vari particolari e ora mi sento molto più a mio agio in sella: non vedo l'ora di scendere in pista al Mugello."

"Il tracciato è uno dei più tecnici dell'interno Campionato, quindi la mia moto dovrà essere perfetta e ben bilanciata. Uno dei punti più cruciali è l'ultima curva perché se esci bene puoi aprire il gas e superare altri piloti sul rettilineo che porta al traguardo. Un'altra bella sfida del Mugello sono i numerosi ingressi curva in contropendenza che offrono poca aderenza: lì si che bisogna fare attenzione."

Tags:
MotoGP, 2006, GRAN PREMIO D'ITALIA ALICE

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›