Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Mugello, il paradiso della MotoGP

Mugello, il paradiso della MotoGP

Mugello, il paradiso della MotoGP

Nel mezzo di una delle zone più suggestive della Toscana, il circuito del Mugello è uno dei circuiti più lunghi del calendario del Campionato del Mondo di MotoGP, estendendosi su di un totale di 5.245 metri. Il tracciato del Mugello conserva ancora oggi il disegno e la lunghezza originale; la velocità delle sue chicane, le curve veloci e i frequenti cambi di pendenza ne fanno una delle piste più amate dai piloti e dagli appassionati.

Una pista molto veloce che necessita di una messa a punto più rigida delle sospensioni, per i settori più veloci, dove queste sono compresse maggiormente in virtù della forza centrifuga, pur essendoci comunque il bisogno di una certa flessibilità per mantenere un buon grip nelle curve meno veloci.

Difficile trovare la giusta messa a punto delle sospensioni, in alcuni punti del tracciato l'ingresso in curva è in salita mentre in altri è in discesa. In considerazione delle curve in discesa diventa importante il ruolo dell'avantreno, che torna a essere un elemento chiave anche nel rettilineo principale dove si raggiunge la velocità massima.

La geometria del telaio è un altro dei fattori più importanti per la messa a punto della moto sul circuito del Mugello. Una geometria equilibrata che permetta al pilota di impostare velocemente il cambio di direzione nelle 'S' veloci.

Importante anche la velocità di punta, sul rettilineo principale si raggiungono velocità superiori ai 300 km/h, su di un tracciato affrontato per metà in seconda marcia e un 35% in terza.

Domani su motogp.con un video esclusivo con Valentino Rossi che ci presenta il circuito del Mugello; scopriremo con il sette volte Campione del Mondo di MotoGP i segreti della pista italiana.

Tags:
MotoGP, 2006, GRAN PREMIO D'ITALIA ALICE

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›