Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Repsol Honda continua a dettare il ritmo,

Repsol Honda continua a dettare il ritmo,

Repsol Honda continua a dettare il ritmo,

Il team Repsol Honda continua a dettare il ritmo nel Campionato del Mondo di MotoGP con i suoi due piloti, Nicky Hayden e Dani Pedrosa, protagonisti di una stagione fino a questo momento eccellente per regolarità e risultati.

Sono 89 i punti di vantaggio che il team diretto da Makoto Tanaka può vantare oggi nei confronti del team Camel Yamaha, secondo nella speciale classifica per Team. A questo risultato si aggiungono i primi due posti della classifica Piloti, con Nicky Hayden in testa con 153 punti, seguito da Dani Pedrosa a 127 e vincitore di due GP nella sua stagione di debutto nella massima classe.

Incalza però il team Camel Yamaha, che seppur condizionato da alterne fortune in questa prima parte della stagione, sta ritrovando la competitività a cui ci aveva abituato nelle ultime stagioni. Valentino Rossi sta ritrovando regolarità, nonostante i recenti contrattempi, e Colin Edwards sta facendo capolino dalle parti del gradino più alto del podio che ancora manca nel suo palmares.

Per la terza posizione della classifica dedicata ai Team, la lotta è tra due team italiani, quello guidato da Fausto Gresini, il Fortuna Honda che schiera Marco Melandri e Toni Elias, e il team delle rosse di Borgo Panigale, quel Ducati Marlboro tema che può contare su Loris Capirossi e Sete Gibernau. Due formazioni che sono state colpite da una recente sfortunata serie di infortuni che gli hanno impedito di mantenere la regolarità e i risultati evidenziati a inizio stagione.

Dietro, la lotta è serrata, tra le formazioni che lottano per conquistare una maggior presenza nei piani alti della classifica: il team Rizla Suzuki ha evidenziato netti miglioramenti rispetto alle precedenti stagioni, pur essendo ancora alla ricerca di quella regolarità che ne farebbe uno dei protagonisti abituali della corsa mondiale; nonsotante schierino un solo pilota, i team LCR Honda (con Casey Stoner) e Roberts (con Kennhy Roberts Jr.) stanno dimostrando una eccezionale competività. Il giovane Stoner al debutto è sempre veloce in pista, e solo l'inesperienza e un eccesso di aggressività ne hanno all momento limitato i successi; Kenny Roberts Jr, dal canto suo, sta ritrovando una seconda giovinezza con la moto di famiglia, finalmente affidabile come le più titolate Honda ufficiali.

Kawasaki Racing fatica a trovare la regolarità che potrebbe consentire una maggiore serenità nel lavoro del team; Konica Minolta Honda è alle prese con una stagione che non è certo delle migliori per Makoto Tamada, che non sembra riuscire a prendere le misure alla sua RC211V. Yamaha Tech 3, con Carlos Checa e James Ellison, deve fare i conti con il fatto di essere il solo team gommato Dunlop, un lavoro in più quindi per le gialle M1 di Poncharal che inevitabilmente ne condiziona i risultati. Infine più che dignitoso il rendimento delle Ducati targate Pramac d'Antin, che rendono sempre onore ai propri colori in tutti i Grand Prix mondiali.

Tags:
MotoGP, 2006, GAS BRITISH GRAND PRIX, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›