Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Bridgestone vuole di più

Bridgestone vuole di più

Bridgestone vuole di più

Junichi Kawajiri, manager del dipartimento sviluppo di Bridgestone parla con motogp.com di quali sono i punti chiave che hanno permesso a Loris Capirossi di trionfare a Loris Capirossi a Brno e di quali sono i programmi della casa giapponese per i prossimi GP della stagione.

Domanda: Vi ha sorpresi la competitività del pacchetto Bridgestone-Ducati a Brno?

Risposta: Brno è sempre stata una pista molto positiva per Ducati, che ha ottenuto buoni risultati sul tracciato ceco, come il secondo posto conquistato da Loris nella passata stagione. Anche per Bridegstone si tratta di una pista propizia, questo per via dell'asfalto che ha un livello di aderenza medio-alto. Eravamo ottimisti in merito al risultato, ma il dominio dimostrato da Loris ha superato le nostre aspettative.

D: Quale percentuale di successo si può attribuire agli pneumatici?
R: Intervengono sempre vari fattori nei risultati. Il congiunto moto-pneumatici gioca un grande ruolo. Brno è un circuito tecnico e l'armonia tra la messa a punto della moto e gli pneumatici è molto importante. Con i team lavoriamo nel corso delle prove per decidere quale sarà il pmigliore pneumatico per la gara. Il sabato abbiamo torvato una soluzione che dava segni di grande competitività e che alla fine hanno utilizzato i sei piloti Bridgestone in corsa.

D: Come ha risposto la nuova generazione di composti?
R: Tra Laguna Seca e Brno abbiamo lavorato per frabbricare una nuova famiglia di composti come parte del programma di preparazione per la fase finale della stagione. Il venerdì avevamo già conseguito dei buoni risultati, soprattutto con Kawasaki. La nostra esperienza e le analisi dei dati che avevamo dalle precedenti esperienze sulla pista di Brno ci ha consigliato di sviluppare una gomma su specifiche alternative. Abbiamo messo in pratica quello che abbiamo imparato nelle ultime quattro stagioni.

D: Per quale motivo Ducati è risultata molto più competitiva che gli altri team che hanno usato gomme Bridgestone?
R: Tutti i nostri piloti hanno fatto un lavoro formidabile e hanno terminato la gara con un pilota tra i primi 8, un risultato degno di nota. A Shinya Nakano non è mai andata bene a Brno, ma è riuscito a terminare incollato a John Hopkins e a solo un paio di secondi dal quarto classificiato. Loris ha lavorato molto nelle prove e ha potuto girare in maniera molto regolare.

D: Questo risultato di Brno potrebbe coincidere con la rinascita di Bridgestone per quello che riguarda le prossime gare?
R: Questa vittoria deve servire per continuare di questo passo nelle prossime tre gare: Malesia, Australia e Giappone. Si tratta di circuiti dove abbiamo ottenuto dei grandi risultati. Nella passata stagione abbiamo vinto due volte con Capirossi, in MAlesia e Giappone e dovremo difendere questo risultato. A Phillip Island siamo saliti sul podio con Carlos Checa. Ma sappiamo che il Campionato è molto duro e niente è scontato. Questa stagione possiamo contare su due vittorie, ma chiediamo di più e lavoreremo per ottenerlo..

Tags:
MotoGP, 2006, GAULOISES GRAND PRIX ČESKÉ REPUBLIKY, Loris Capirossi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›