Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Phillip Island, un nuovo duello al vertice

Phillip Island, un nuovo duello al vertice

Phillip Island, un nuovo duello al vertice

Un appuntamento chiave, quello di Phillip Island con il GMC Australian Grand Prix in programma questo fine settimana. Il veloce e scenografico tracciato australiano sarà lo scenario di una nuova sfida tra i piloti delle tra classi del Campionato del Mondo di MotoGP.

Nella massima classe occhi puntati sui magnifici cinque che dominano la classifica della MotoGP: Nicky Hayden, Dani Pedrosa, Valentino Rossi, Loris Capirossi e Marco Melandri. Ognuno di questi piloti ha la possibilità di conquistare il titolo di Campione del Mondo di MotoGP e il fine settimana australiano, a quattro gare dalla fine della stagione, potrebbe già risultare decisivo per qualcuno di quesi piloti.

Per Nicky Hayden la necessità di tornare sul podio dopo che negli ultimi appuntamenti mondiali ha lasciato sul campo dei punti preziosi per il titolo. Dietro lo statunitense scalpita il giovane talento del motocilcismo mondiale, Dani Pedrosa, ormai già in grado di considerarsi un punto di riferimento della classe regina.

Un trio tricolore è lanciato all'inseguimento delle due Repsol Honda di testa: Valentino Rossi ha ritrovato la grinta e l'audacia delle gare migliori, la sete di vittorie non sembra essergli passata; Loris Capirossi ritrova i circuiti che nella passata stagione lo avevano premiato e che si stanno confermando i migliori amici della sua Ducati Desmosedici; per Marco Melandri il compito più duro, quello di rimanere incollato al gruppo degli inseguitori in una gara che risulta fondamentale per le sue chance mondiali.

Nella quarto di litro la sfida testa a testa tra Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso non accenna a placarsi, i due si inseguono giro dopo giro, Gran Premio dopo Gran Premio. Solo dodici i punti che separano lo spagnolo, leader della classifica, dall'italiano.

Dietro Lorenzo e 'Dovi', Alex De Angelis e Yuki Takahashi, separati da un solo punto, hanno virtualmente la possibilità di giocare un brutto tiro ai due piloti di testa, ma dovranno prestare comunque attenzione a quello che succede alle loro spalle, dove Roberto Locatelli e Hiroshi Aoyama li marcano stretti.

Nella 125 continua la volata dello spagnolo Alvaro Bautista, lanciato in un lunghissimo sprint verso il titolo da inizio stagione. Alle spalle del pilota Aprilia, il finlandese Mika Kallio può comunque contare sulla forza dei numeri: il titolo non è ancora assegnato e in quattro Gran Premi tutto può ancora accadere.

Più lontano l'obiettivo per Mattia Pasini, che deve fare i conti con i compagni di squadra Gadea e Faubel non distanti dal terzo posto del pilota italiano.

Tags:
MotoGP, 2006, GMC AUSTRALIAN GRAND PRIX

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›