Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

I test pre-stagione secondo Michelin

I test pre-stagione secondo Michelin

I test pre-stagione secondo Michelin

Nicolas Goubert, responsabile della divisione Competizioni Motociclistiche di Michelin, ci spiega cosa significhi per una casa di gomme la sfida dei test di pre-stagione.

Domanda: Su cosa si pasa il programma di test invernali di Michelin?
N. Goubert: La prima cosa che facciamo è di concentrarci sul tipo di pneumatico e sulle dimensioni, dal momento che sono tra gli aspetti che non variano e che devono essere confermati al più presto per permettere ai team di lavorare sulla messa a punto. Fissiamo le dimensioni base di una nuova gomma affinché i team possano impostare le regolazioni necessarie sulla moto, come altezza, la scatola del cambio e altri. Quindi iniziamo a lavorare alla fabbricazione della gomma e successivamente analizziamo i composti. In questa fase della stagione è importante fissare le caratteristiche, le dimensioni e il processo di fabbricazione. Lavoriamo con pneumatici diversi a seconda del circuito, e queta evoluzione prosegue da un circuito all'altro anche nel corso della stagione.

D: Come vengono decise le caratteristiche di uno pneumatico?
N. Goubert: Nascono essenzialmente dalle sensazioni che i piloti e i team ci trasmettono nel corso della stagione precedente, così come da nostri test e simulazioni al banco di prova. Il lavoro parte da una simulazione al computer, segniamo la variabile di aumento della superficie di contatto e l'angolo medio dell'inclinazione, creiamo uno pneumatico virtuale e analiziamo il risultato che ci da una inclinazione di 25 o 40 gradi, così come il tipo di forza impressa. Quando siamo soddisfatti dei risultati al simulatore, fabbrichiamo una gomma e la sottoponiamo a una prova per confermare i risultati. Da qui passiamo al test definitivo sul circuito su una moto. Di solito il programma inizia alla fine dell'estate, perché abbiamo già raccolto informazioni sulla metà dei circuiti.

D: Cosa significa l'ingresso dei prototipi da 800cc?
N. Goubert: Honda e Yamaha ci hanno già dato un'indicazione di fin dove vogliono arrivare con la 800cc, quello che si aspettano dalle loro moto, così come per quello che concerne lo sviluppo della potenza. Questo ci serve come riferimento, così come i commenti dei piloti. Abbiamo preso una direzione e siamo pronti ai test di novembre. Stiamo aspettando di poter fare le prime prove con le 800cc una volta finito il mondiale, così che potremo avere un buon dato del rendimento degli pneumatici e il loro adattamento alle nuove moto.

D: Quale è il numero di pneumatici che possono essere provati nel periodo invernale?
N. Goubert: Non proviamo un numero molto alto di pneumatici diversi, perché fabbricare una gomma significa molto tempo e denaro. Questo è il motivo per cui lavoriamo molto con le simulazioni al computer. Lo scorso inverno abbiamo provato solo due tipi di composti per il posteriore. E velocemente abbiamo deciso quale scegliere per la gara dopo aver raccolto le informazioni dei vari piloti e delle loro moto.

D: Quanto tempo ci vuole per fabbricare uno pneumatico?
N. Goubert: Può passare quasi un mese per poter fabbricare un nuovo composto, si può fare nel corso dell'inverno, ma se si ha bisogno di una gomma completamente differente può esserci bisogno di più tempo. Abbiamo portato avanti programmi di sviluppo che si sono protatti anche per diversi anni.

Tags:
MotoGP, 2006

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›