Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Bridgestone, un bilancio dopo i primi test del 2007

Bridgestone, un bilancio dopo i primi test del 2007

Hiroshi Yamada, Responsabile delle Competizioni Motociclistiche di Bridgestone, traccia un bilancio di questi primi test del 2007. Yamada smentisce che la casa nipponica abbia intenzione di sviluppare una gomma da 16" per la stagione 2007.

Hiroshi Yamada, Responsabile delle Competizioni Motociclistiche di Bridgestone, smentisce che la casa nipponica abbia intenzione di sviluppare una gomma da 16" per la stagione 2007. Le attuali gomme utilizzate in MotoGP sono da 16,5", ma come dichiarato da alcuni piloti, Valentino Rossi in primis nel corso dei test di Sepang, una misura inferiore come quella da 16" potrebbe essere una soluzione interessante per le MotoGP da 800cc.

Yamada, pur sottolineando come si tratti di un argomento degno di discussione, ha tuttavia escluso che Bridgestone sia interessata allo sviluppo di una gomma da 16" per la stagione 2007.

Hiroshi Yamada
"Non abbiamo intenzione di produrre una gomma da 16" per l'avantreno. Avevamo preso in considerazione la possibilità di introdurre un anteriore di dimensione più ridotte delle attuali, ma alla fine abbiamo considerato che la misura da 16,5" è quella che fornisce le migliori prestazioni ai team che riforniamo, questo vale anche per le 800cc introdotte per la stagione 2007."

"Il programma dei test effettuati a Phillip Island è stato centrato in particolare sul proseguimento del lavoro di sviluppo della ruota postesiore per le motot da 800cc. Ma abbiamo anche lavorato espressamente per l'appuntamento con la pista australiana, per il GP che vi si disputerà nella seconda parte della stagione."

"Il principale problema che avevamo incontrato in Australia nella passata stagione era relativo alle nostre gomme da qualifica. Non riuscivano a mantenere il grip sufficiente per tutto il giro veloce. Questo ha costretto i nostri piloti a risparmiare le gomme in alcuni punti, per poterle così avere nelle importanti curve finali. Una delle nostre priorità nei test è stata proprio quella di analizzare a fondo questo problema."

"A Phillip Island abbiamo portato diverse gomme da qualifica, e alla fine abbiamo avuto un importante serie di dati dai nostri team, così da poter risolvere il problema per l'appuntamento del 2007."

"Quando svolgiamo i test con gli pneumatici insieme ai team che riforniamo non ci aspettiamo che tutto vada sempre perfettamente. A volte, anzi, possiamo ottenere migliori progressi quando ci accorgiamo di qualcosa che non va poi così bene. Per questo siamo molto grati del sostegno che i nostri team ci danno in questo momento della stagione."

"Quest'anno abbiamo due team in più, grazie a questo abbiamo a disposizione un maggior numero di dati; siamo fiduciosi che questo ci consentirà di essere competitivi con maggior regolarità nel corso della prossima stagione."

Tags:
MotoGP, 2007

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›