Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Alberto Puig: `Il vantaggio di Pedrosa con la 800cc non è quello che dice la gente´

Alberto Puig: `Il vantaggio di Pedrosa con la 800cc non è quello che dice la gente´

Alberto Puig ha concesso a motogp.com un'intervista nella quale ci parla del lavoro svolto da Dani Pedrosa nel corso della pre stagione. L'ex pilota del Mondiale e manager del pilota del team Repsol Honda ci parla anche della nuova Honda RC212V, secondo alcuni una moto studiata per adattarsi alle particolarità fisiche del pilota spagnolo.

Alberto Puig ha concesso a motogp.com un'intervista nella quale ci parla del lavoro svolto da Dani Pedrosa nel corso della pre stagione. L'ex pilota del Mondiale e manager del pilota del team Repsol Honda ci parla anche della nuova Honda RC212V, secondo alcuni una moto studiata per adattarsi alle particolarità fisiche del pilota spagnolo.

motogp.com: Come affronta Dani Pedrosa la prossima stagione del Campionato del Mondo di MotoGP?
Alberto Puig: Si tratta della seconda stagione di Dani nella classe regina, ha un anno di esperienza alle spalle e questa è una cosa che cota per qualsiasi pilota. Dani ha imparato molto nella passata stagione e cercherà di trarre il massimo da quanto appreso.

motogp.com: Dopo una brillante prima stagione nel Mondiale, possiamo dire che Dani è uno dei favoriti nella corsa al titolo?
Alberto Puig: Se Dani non fosse tra i favoriti sarebbe un cattivo segno, questo è il nostro unico e solo obiettivo. C'è il Campione del Mondo in carica, Nicky Hayden, per tradizione si tratta del pilota da battere, poi c'è Valentino Rossi, per me il pilot più in forma e più completo della categoria. Loro sono i chiari favoriti e quelli che devono sopportare la pressione. Per uno si tratta della difesa del titolo, un titolo che gli è costato vincere, per l'altro recuperare ciò che gli è stato tolto, e nonostante dica di non pensarci, con tutto il mio rispetto, è molto difficile crederlo. Rossi è un gran campione e persone come lui cose del genere non le dimenticano. Perdere il titolo la passata stagione gli è pesato molto e credo che si sforzerà più che mai. Noi siamo nel gruppo dei candidati al titolo, il nostro obiettivo è chiudere il più in alto possibile in classifica.

motogp.com: Come giudichi test di questa pre stagione?
Alberto Puig: Con questa moto agli inizi sei un po' perso. È necessario molto lavoro e molte prove per trovare la moto ideale. Tutti i team stanno facendo un gran lavoro e noi stiamo facendo altrettanto, stiamo lavorando per migliorare la moto. Prima di iniziare il Mondiale del 2006 avevamo già detto che la Honda era una moto competitiva e alla fine ha vinto il Campionato. Quest'anno torniamo a dire che la moto può lottare per il titolo. Continuiamo comunque a cercare soluzioni per risolvere alcuni aspetti e a migliorare il congiunto della moto.

motogp.com: Vi hanno dato fastidio alcuni commenti che dicono che la nuova honda 800cc sia stata disegnata su misura per Pedrosa?
Alberto Puig: Bisogna parlare con cognizione di causa. A livello tecnico bisogna dire che la differenza di peso tra la moto della passata stagione e quella di questa è di solo quattro chili. Le due moto hanno la stessa distanza dell'asse, la principale differenza è che si tratta di una moto più stretta e con una potenza logicamente inferiore. Penso sia evidente a qualsiasi persona con una intelligenza normale che Pedrosa ha un evidente handicap nella MotoGP date le sue caratteristiche fisiche. Si tratta di un pilota di soli 52 chili e con una statura che non arriva al metro e 60. La passata stagione ha avuto molte difficoltà a guidare una moto così grande, nessuno ha evidenziato lo sforzo che condurre una moto di quel tipo ha voluto dire per Dani. La sola cosa che abbiamo chiesto è una modifica del serbatoio e della sella, in modo che si adattino meglio a Dani.

motogp.com: Pedrosa si sente tanto a suo agio con questa moto quanto i risultati pre stagione danno a intendere?
Alberto Puig: Essendo una moto più maneggevole, con un po' meno potenza, richiede una guida e la scelta di traiettorie che in alcuni casi sono simili a quelle di una 125cc e di una 250cc, è chiaro che si sente un po' più a suo agio con questa moto. Si tratta di una moto che richiede altre cose dal pilota, come una miglior preparazione in uscita di curva, per esempio. Dani è più a suo agio con lo stile di guida di questa moto, e questo è importante.

motogp.com: Arriveranno novità da Honda prima dell'inizio della stagione?
Alberto Puig: Il pacchetto completo della moto non è pronto, ma non possiamo rimanere con il congiunto che abbiamo adesso.Non ci sono dei grossi problemi, solo qualche piccolo cambio e rittocco sul quale stanno lavorando gli ingegneri Honda, così che il pilota possa avere il massimo. Uno dei fattori più importanti sarà lo sviluppo degli penumatici e il loro ruolo nelle gare. Nella pre stagione abbiamo lavorato con delle gomme molto buone e Michelin sta facendo un gran lavoro di sviluppo dei suoi pneumatici. Confidiamo al massimo nella casa francese affinché ci fornisca il meglio per poter lottare in gara nelle posizioni di testa.

motogp.com: Dai suoi inizi nella Movistar Junior Cup Pedrosa è sempre stato fedele a Honda, quali sono le relazioni con HRC?
Alberto Puig: Nei tempi nei quali viviamo, risulta abbastanza curioso come un pilota non abbia mai cambiato moto nel corso di tutti questi anni. Da quando abbiamo iniziato questa avventura abbiamo compreso che Honda avrebbe potuto aiutarci a realizzare i nostri sogni e quelli del pilota, questo perché è una società che ha sempre scommesso sullo sviluppo tecnologico. Hanno fatto delle grandi cose per Dani e lui ha conquistato dei grandi successi per Honda, vincendo tre titoli mondiali. Alla fine abbiamo realizzato uno dei sogni del pilota, che era correre in MotoGP. Abbiamo sempre cercato il meglio per Dani e la sola cosa che posso dire è che Pedrosa sarà sempre nel miglior team dipsonibile, questa è la nostra intenzione e la filosofia con la quale concepiamo le gare. Se questo vuol dire correre con Honda, meglo, ma se ciò non fosse possibile cercheremo sempre le migliori condizioni tecniche e meccaniche affinché Dani possa esprimere tutto il suo potenziale, faremo in modo che Dani stia sempre nel team nel quale si senta trattato al meglio.

motogp.com: Come si presenta la Red Bull MotoGP Academy quest'anno?
Alberto Puig: Questa stagione riduceremo la lista dei piloti che ne faranno parte perché preferiamo concentrarci sulla qualità piuttosto che sulla quantità. Per il momento i ragazzi che abbiamo con noi stanno seguendo un buon programma di allenamento. Inoltre abbiamo con noi della gente nuova che ci aiuterà in questo progetto, per potenziarlo e consolidarlo in una piattaforma di formazione di piloti che gli consenta di aprirgli le porte del Campionato del Mondo. Si tratta di un obiettivo che abbiamo raggiunto in queste ultime stagioni e che continuiamo a seguire.

motogp.com: Quali aspettative per i piloti Repdol Honda di 125 e 250?
Alberto Puig: Abbiamo due piloti spagnoli, Esteve Rabat alla sua prima stagione nel Mondiale, e Julian Simon al debutto in 250. Inoltre appoggiamo altri piloti come Shuhei Aoyama e Bradley Smith, quest'ultimo pilota che arriva dalla Red Bull MotoGP Academy e che fu Rookie dell'anno in 125 nella passata stagione. Abbiamo una buona organizzazione a livello di team, credo che siamo preparati per continuare sulla line che abbiamo impostato e il sostegno di Honda ci da molta fiducia per il futuro.

Tags:
MotoGP, 2007, Dani Pedrosa

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›