Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Il MotoGP pronto alla sfida cinese

Il MotoGP pronto alla sfida cinese

La prossima settimana il paddock del Campionato del Mondo di MotoGP si installerà sulla pista di Shanghai per il quarto appuntamento della stagione 2007.

La prossima settimana il paddock del Campionato del Mondo di MotoGP si installerà sulla pista di Shanghai per il quarto appuntamento della stagione 2007.

Con due vittorie all'attivo è l'australiano Casey Stoner (Ducati Marlboro) il pilota che si presenta sulla pista asiatica al comando della classifica piloti della MotoGP. Dieci punti di vantaggio su Valentino Rossi (Fiat Yamaha) che della pista di Shanghai conserva un ricordo agrodolce: qui vinse la gara inaugurale del tracciato, nel 2005, e qui fu costretto al ritiro tradito dall'anomala usura degli pneumatici nella passata stagione.

Proprio gli pneumatici, il nuovo regolamento di questa stagione ma anche l'adattamento delle gomme alle nuove MotoGP 800cc e al nuovo tipo di guida e sfruttamento della moto che i piloti ne fanno, saranno una delle chiavi fondamentali della gara cinese.

Una particolarità del tracciato di Shanghai, disegnato dallo stesso architetto autore anche del tracciato di Istanbul Park, è la presenza di zone lente e zone più veloci. Su tutto spiccano i due lunghi rettilinei sui qualil la velocità di punta può rivelarsi un'arma formidabile.

Un appuntamento, quello di Shanghai dove il tema principale è rappresentato dalla voglia di riscatto. Dani Pedrosa (Repsol Honda) vinse nella passata stagione proprio sul circuito cinese la sua prima gara nella classe regina. Lontano dal gradino più alto dal podio da diverse gare, undici Grand Prix sono passati dalla sua ultima vittoria a Donington Park 2006, il giovane pilota spagnolo è sicuramente in prima fila per rifarsi.

Altrettanto forte la voglia di riscatto del Campione del Mondo in carica, lo statunitense Nicky Hayden (Repsol Honda) protagonista di un inzio di stagione in ombra che lo costringe al settimo posto della classifica piloti.

Un altro statunitense, Colin Edwards (Fiat Yamaha), è tra i più motivati per riprendersi un ruolo da protagonista. Il suo secondo posto sulla griglia di Istanbul Park è stato vanificato dall'incidente di inizio gara proprio in un momento in cui il pilota americano era tornato competitivo come dimostrato anche dal terzo posto conquistato a Jerez.

Loris Capirossi (Ducati Marlboro) è anche lui tra i piloti che cercano di ritrovare la regolarità che è mancata al via della stagione. Il terzo posto di Istanbul Park è il segnale che le cose stanno prendendo il verso giusto, il GP di Shanghai è l'occasione per confermare il ritrovato gusto del podio.

Molti sono comunque i piloti che a Shanghai possono dire la loro, cominciando dalle Rizla Suzuki di John Hopkins e Chris Vermeulen in cerca di un podio fino a questo momento sfuggito ai due piloti della formazione di Paul Denning. Anche le Kawasaki Racing dei francesi Randy de Puniet e Olivier Jacque sono nella lista di coloro che cercheranno un riscatto. Jacque in Cina conquistò nel 2005 un inatteso secondo posto sotto il diluvio della gara inaugurale del circuito, l'appuntamento di quest'anno giunge dopo l'incidente di Istanbul Park del quale il pilota francese ha ammesso le proprie responsabilità.

Kenny Roebrts Jr. (Team Roberts), Shinya Nakano (Konica Minolta Honda) e le Dunlop Yamaha Tech 3 di Sylvain Guintoli e Makoto Tamada cercheranno sulla pista di Shanghai di consolidare lo sviluppo della messa a punto delle loro rispettive moto per poter così migliorare le loro prestazioni.

Attese all'appuntamento cinese le Desmosedici Pramac d'Antin di Alex Barros e Alex Hofmann, dopo l'incoraggiante risultato ottenuto a Istanbul Park. Il pacchetto Ducati - Bridgestone in dotazione alla formazione di Luis D'Antin si è dimostrato affidabile e competitivo e i due lunghi rettilinei di Shanghai potrebbero risultare particolarmente adatti alle Ducati della squadra spagnola.

Tags:
MotoGP, 2007, SINOPEC GREAT WALL LUBRICANTS GRAND PRIX OF CHINA

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›