Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

A Laguna Seca, Pedrosa penalizzato dal chattering

A Laguna Seca, Pedrosa penalizzato dal chattering

Dopo che il successo a Sachsenring aveva interrotto un digiuno di vittorie di un anno, e dopo che sulla difficile pista di Laguna Seca aveva conquistato una eccellente seconda posizione in griglia, per lo spagnolo Dani Pedrosa il fine settimana californiano si è rivelato piuttosto deludente.

Dopo che il successo a Sachsenring aveva interrotto un digiuno di vittorie di un anno, e dopo che sulla difficile pista di Laguna Seca aveva conquistato una eccellente seconda posizione in griglia, per lo spagnolo Dani Pedrosa il fine settimana californiano si è rivelato piuttosto deludente.

Pedrosa aveva confermato lo stato di forma, e il feeling con la pista americana, con uno spunto in partenza che gli aveva permesso di infilare Casey Stoner e prendere la testa della gara all´ingresso della prima curva seguita al via.Col passare dei giri, tuttavia, per lo spagnolo sono iniziati i problemi. Pedrosa non solo non ha potuto mantenere il ritmo del leader del Campionato, ma ha dovuto man mano cedere il passo ad altre due moto gommate Bridgestone, la Rizla Suzuki di Chris Verneulen, e la Honda Gresini di Marco Melandri.

Alla fine il pilota spagnolo si è dovuto accontentare del quinto posto, dopo aver perso la quarta posizione a favore di Valentino Rossi. Per Pedrosa il distacco da Stoner si fa ora pesante, 66 i punti che separano la giovane promessa del motociclismo iberico dal giovane talento australiano.

Dani Pedrosa
´È stata una gara molto dura per noi, non sono proprio soddisfatto di questo quinto posto soprattutto in considerazione del fatto che arrivavo a Laguna Seca forte della vittoria in Germania.´

´Ho fatto una buona partenza, e nel corso del primo giro sono stato davanti, ma non ho mai potuto spingere tanto quanto avrei voluto. Abbiamo avuto abbastanza problemi con le gomme, e quasi fin dalla partenza abbianmo avuto a che fare con dei problemi di chattering, al posteriore, che sono peggiorati con il passare dei giri.´

´Tutte le volte che un pilota mi passavo cercavo di tenere il suo ritmo, ma non ci riuscivo, se avessi provato a fare di più sarei caduto. Per questo mi sono concentrato esclusivamente sul rimanere in piedi, era tutto quello che potevo fare.´

Tags:
MotoGP, 2007, RED BULL U.S. GRAND PRIX, Dani Pedrosa

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›