Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Suzuki, a Motegi una gara difficile

Suzuki, a Motegi una gara difficile

L´appuntamento di Motegi è stato per il team Rizla Suzuki una gara che ha segnato un punto d´arresto nei costanti progressi evidenziati in questa stagione.

L´appuntamento di Motegi è stato per il team Rizla Suzuki una gara che ha segnato un punto d´arresto nei costanti progressi evidenziati in questa stagione.

Non è andata bene alla wild card schierata dal team, il giapponese Kousuke Akiyoshi, alla sua seconda apparizione Mondiale della stagione. Il pilota giapponese è stato protagonista di un´ottima partenza che lo ha messo in condizione di lottare per una posizione tra i primi sei. Sfortunamente per Akiyoshi, però, la sua GSV-R800 ha rotto a due giri dalla fine, costringendolo al ritiro.

Kousuke Akiyoshi
´Stavo facendo una buona gara, mi stavo divertendo. La moto e le gomme stavano lavorando bene, pensavo di poter fare un buon piazzameno. Poi qualcosa è successo alla mia moto e mi sono dovuto fermare.´

´Sono veramente dispiaciuto perché avrei voluto dare a Suzuki un buon risultato come ringraziamento per questo fine settimana speciale.´Sfortunato anche John Hopkins, che ha chiuso tra i primi dieci, condizionato da una serie di problemi che non gli hanno permesso di lotatre per una posizione migliore.

John Hopkins
´Penso di aver scelto una mescola un po´ troppo morbida, quando siamo partiti, e scivolavo molto perdendo abbastanza tempo.´

´Quando sono rientrato e ho preso la moto da asciutto, ho fatto un dritto fuori pista e ho avuto un paio di problemi meccanici, niente di troppo serio. Dovevamo salvare qualche punto da questa gara, e lo abbiamo fatto.´

È Chris Vermeulen il pilota del team che ha sofferto i maggiori problemi a Motegi. Il pilota australiano ha vuto problemi fin dalla partenza, il progressivo asciugarsi della pista ha poi ridotto drasticamente le chance di un pilota che sul bagnato è forse il più veloce della classe regina.

Chris Vermeulen
´Abbiamo avuto un problema alla partenza, i ragazzi sono dovuti venire in pista e avviare la mia moto. Quando sono partito mi sembrava andasse bene, ma la pista si stava asciugando rapidamente. Era difficile riuscire a capire, viste le condizioni della pista, fino a che punto spingere. Quando ho cambiato la moto e sono uscito con le slick, in pista c´era ancora abbastanza acqua ed era abbastanza scivoloso.´

´Era molto rischioso, cercando di essere veloci in alcuni punti e cercare di essere un po´ più morbidi in altri. Abbiamo fatto molta fatica ad avere le gomme e i freni in temperatura, ma negli ultimi giri stavamo prendendo il ritmo. Passare da quasi un minuto di ritardo al primo giro, a chiudere in undicesima posizione non è male, ma non è abbastanza.´

´Devo lavorare sulle qualifiche e dobbiamo risolvere un paio di cose sulla moto per la prossima gara, sulla mia pista di casa in Australia.´

Un ultimo commento dei due piloti ufficiali, con il Team Manager Paul Denning, rivolto al neo Campione del Mondo di MotoGP, Casey Stoner.

Hopkins: ´Congratulazioni a Casey per il Mondiale, non c´è dubbio che se lo sia meritato.´

Vermeulen: ´Bravo Casey! È bello vedere un australiano Campione del Mondo. Adesso devo fare in modo che sia io quell´australiano, la prossima volta.´

Paul Denning, Team Manager Rizla Suzuki MotoGP
´Da parte di Rizla Suzuki MotoGP, voglio fare i complimenti a Casey Stoner, Ducati e Bridgestone per un meritato titolo mondiale. Lavoreremo duramente da ora all´inizio della prossima stagione per fare in modo di poter lottare con loro nel 2008.´

Tags:
MotoGP, 2007, A-STYLE GRAND PRIX OF JAPAN, Casey Stoner

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›