Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Capirossi parla di Bridgestone e Suzuki, la formula vincente

Capirossi parla di Bridgestone e Suzuki, la formula vincente

Guardando avanti ad un'avvincente stagione, con il passaggio dalla Ducati Marlboro ad un altra squadra con pneumatici Bridgestone, la Rizla Suzuki, il veterano della MotoGP Loris Capirossi ci ha parlato dei suoi piani futuri – con ancora una gara alla fine del Campionato del Mondo 2007.

Guardando avanti ad un'avvincente stagione, con il passaggio dalla Ducati Marlboro ad un altra squadra con pneumatici Bridgestone, la Rizla Suzuki, il veterano della MotoGP Loris Capirossi ci ha parlato dei suoi piani futuri – con ancora una gara alla fine del Campionato del Mondo 2007.

Avendo guidato nella sua carriera per la Yamaha e la Honda, il trentaquattrenne italiano della Ducati è entusiasta della nuova avventura che lo attende in Suzuki, dichiarando: "Sono veramente, veramente eccitato della mia decisione."

"Mi hanno cercato in passato, e abbiamo mantenuto un ottimo rapporto. Penso che mi vogliano per la mia esperienza, per sviluppare la moto – ma anche perchè sono competitivo. Quando ho le giuste sensazioni con la moto, so che posso lottare con Valentino (Rossi) e Casey (Stoner)."

Capirossi, oltre ad aver dichiarato la sua competitività grazie anche alla grande vittoria in Giappone, ha manifestato che ha tutte le intenzioni di continuare a correre: "Penso di avere ancora uno o due anni per correre. Per il momento non voglio fermarmi. Posso ancora vincere, e voglio provarci. ."

L'italiano ha vinto 29 Gran Premi in carriera che gli hanno consegnato due titoli 125cc e un titolo 250cc, con tante vittorie nella classe regina in questi ultimi anni.

Quest'anno a Motegi – dove ha vinto per la terza volta consecutiva in MotoGP – Capirossi è diventato il pilota con la maggior distanza tra la prima e l'ultima vittoria nella storia, con la sua prima vittoria in 125 diciassette anni fa.

"Ho molta esperienza alle spalle," ha spiegato. "Mi ricordo benissimo le mie prime gare, senza grande esperienza, ma solo con tanta fiducia nei miei mezzi e il gas sempre aperto, senza capire niente. La mia andatura è quasi la stessa di quando ho iniziato a gareggiare, ma ora faccio sicuramente meno errori."

Questa stagione non è stata la migliore per Capirossi, con risultati inconsistenti confronto alle stagioni precedenti, forse a causa di qualche difficoltà con i nuovi prototipi 800cc della MotoGP.

Alla domanda perchè pensa che il nuovo campione del Mondo Stoner sia riuscito a batterlo con la stessa moto, Capirossi risponde: "Me lo sono chiesto tutta la stagione. Penso sia il carattere della moto, e abbiamo diversi stili di guida. L'anno scorso sentivo la 990cc come la mia moto, e riuscivo a fare qualunque cosa. Quest'anno, in ogni gara, lottavo con la moto."

Ora avrà un'altra moto da conoscere durante i test invernali, la Suzuki GSV-R800. Capirossi sicuramente beneficerà nell'avere ancora le Bridgestone, essendo stato uno degli sviluppatori con la Ducati negl'ultimi cinque anni.

"Penso che ogni anno la Bridgestone abbia lavorato molto bene," ha commentato. "Ma la miglior cosa della Bridgestone è che seguono i piloti al 100 per cento. Questo è molto importante, perché è il pilota che riceve le sensazioni dalla moto. Quando controlli solo i dati telemetrici, il computer è sempre un po' differente dalle sensazioni del pilota."

Tags:
MotoGP, 2007, Loris Capirossi

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›