Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Uno stanco Dovizioso soddisfatto dopo il lavoro con la Honda

Uno stanco Dovizioso soddisfatto dopo il lavoro con la Honda

Il quarto più veloce alla fine dei test a Sepang, il nuovo arrivato in MotoGP Andrea Dovizioso, ha continuato il suo veloce adattamento alla sua 800cc con l'attrezzatura del team Scot.

Il quarto più veloce alla fine dei test a Sepang, il nuovo arrivato in MotoGP Andrea Dovizioso, ha continuato il suo veloce adattamento alla sua 800cc con l'attrezzatura del team Scot.

Il più veloce tra i debuttanti nella massima categoria durante la tripla sessione di prove, l'Italiano ha fermato il cronometro nel suo miglior giro, alla conclusione dei test nella giornata di sabato, a 2'02.128 a bordo della Honda RC212V 2007.

Sebbene i suoi tempi siano stati impressionanti, il due volte campione del mondo 250cc afferma che ci sono ancora buoni margini di miglioramento prima dell'inizio della stagione, in particolare nello sviluppo delle esigenze fisiche che la quattro tempi richiede.

"Oggi ho guidato per parecchi giri e devo ammettere che sono più stanco rispetto a quando ero alla guida di una 250cc! Ad ogni modo con condizioni di tempo così caldo e umido è un buon allenamento e devo abituarmi a questo," ha esclamato Dovizioso dopo la sua ultima prova.

"Mi sto divertendo sempre di più e questo è ottimo e significa che il mio feeling con la moto sta migliorando di giorno in giorno.Abbiamo ancora molto lavoro da fare per capire soprattutto come poter sviluppare la Honda al massimo delle sue possibilità. Devo ancora abituarmi ad utilizzare i freni al meglio, ma sono soddisfatto di questi test e torno a casa con la consapevolezza che io e il team abbiamo lavorato bene."

Il direttore del JiR Team Scot Gianluca Montiron ha mostrato il suo entusiasmo dichiarando che: "Questi ultimi tre giorni sono stati molto importanti e hanno consentito al nuovo team di raccogliere e analizzare le prime impressioni sulle caratteristiche tecniche della nostra moto."

"Un fattore positivo è che Andrea ha veramente impressionato l'HRC, Michelin e i tecnici Showa per la sua precisione nel comunicare dettagli e feedback – anche se è stata la sua prima vera corsa sulla nuova moto. Sarei bugiardo se dicessi che il cronometro non è importante in questa fase iniziale, e questo significa che i nostri progressi sono stati costanti e metodici."

Tags:
MotoGP, 2007, Andrea Dovizioso

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›