Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Preziosi spiega lo sviluppo della filosofia della Desmosedici GP8

Preziosi spiega lo sviluppo della filosofia della Desmosedici GP8

Dopo che il nuovo prototipo Ducati della stagione 2008 ha fatto il suo debutto martedi a Jerez l'uomo responsabile dell'evoluzione della nuova moto, Filippo Preziosi, ha detto a MotoGP.com come ha cercato di migliorare un modello già di per sè vincente per la stagione in arrivo.

Dopo che il nuovo prototipo Ducati della stagione 2008 ha fatto il suo debutto martedi a Jerez l'uomo responsabile dell'evoluzione della nuova moto, Filippo Preziosi, ha detto a MotoGP.com come ha cercato di migliorare un modello già di per sè vincente per la stagione in arrivo.

Il direttore tecnico Ducati Corse ha prodotto per Casey Stoner una moto capace di vincere un campionato del mondo e una Ducati Marlboro con l'imponente Desmosedici GP7 questa stagione, così il suo obiettivo con la GP8 era di stare avanti alla flotta di marche giapponesi che arrancano dietro la marca italiana.

Aver visto Stoner in cima alla classifica dei tempi nel giorno uno dei test finali dell'anno nel sud della Spagna sulla sua nuova moto, che dall'esterno sembra molto simile alla GP7, Preziosi ha commentato:"per sviluppare questa nuova moto, il nostro approccio è stato rivolto ai piloti e ai punti di forza e di debolezza della vecchia moto da loro individuati, in modo da poter così identificare le aree in cui concentrare gli sforzi."

"Comparandosi alle altre officine, non abbiamo le risorse per ridisegnare una nuova moto ogni anno, ma avevamo una grande base da cui partire e l'abbiamo rivista in vari aspetti – motore, telaio, elettronica. Il nostro gruppo di ingegneri è partito da una base molto solida."

Quando gli è stato chiesto se era preoccupato o soddisfatto di notare miglioramenti fatti altrove nel paddock per riuscire a pareggiare le prestazioni della Desmosedici GP8, Preziosi ha detto:"onestamente sono sia orgoglioso che preoccupato quando vediamo i miglioramenti dei rivali, mentre sviluppano le loro nuove moto."

"Siamo sicuri che la Honda stia cercando di migliorare l'accellerazione – un gran punto di forza della Desmosedici, e in Yamaha, il loro fairing sembra un pò simile alla Ducati. Così sì, siamo orgogliosi di vedere tutte le case giapponesi che lavorano duro, anche perchè loro hanno grandi risorse, ma noi sappiamo anche che se raggiungeranno i loro obiettivi, saranno molto pericolosi."

Tags:
MotoGP, 2007

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›