Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Incidenti 2007: l'anno in numeri

Incidenti 2007: l'anno in numeri

Quando i migliori piloti del mondo si spingono a vicenda al limite sui loro potenti prototipi da gara, come è il caso di ogni Gran Premio della stagione della MotoGP, gli incidenti sono una sfortunata e spettacolare conseguenza.

Quando i migliori piloti del mondo si spingono a vicenda al limite sui loro potenti prototipi da gara, come è il caso di ogni Gran Premio della stagione della MotoGP, gli incidenti sono una sfortunata e spettacolare conseguenza.

I piloti sono consapevoli del pericolo che vanno incontro ogni volta che lasciano il loro pit-box, ma la maggior parte ha un carattere tosto e si preoccupano molto di più di perdere punti in classifica invece di rompersi un osso o farsi male. Comunque, ogni anno gli incidenti del Campionato del Mondo vengono scrutinati attentamente, con la sicurezza dei piloti in testa.

Le statistiche alla fine del 2007 mostrano che è stato un altro anno di miglioramenti sulla sicurezza, con il trend di abbassamento di incidenti in ogni Gran Premio che continua.

Il numero di incidente in tutte le categorie è stato di 647 nel 2006 e nel 2007 672 ma con l'aggiunta di un Gran Premio (da 17 a 18 GP). Quindi, il numero di incidenti per GP si è abbassato da 40.3 a gara a 39.5 nel 2007 – questi calcoli escludendo Laguna Seca, dove corrono solo i piloti della classe MotoGP:

In termini di incidenti per categoria, dei 672 del 2007, 117 sono avvenuti in MotoGP (36 nelle gare, il resto nelle prove libere e di qualificazione), 256 in 250cc (81 nelle gare) e 299 nella classe 125cc (91 nelle gare).

Sulla maggior parte dei circuiti c'erano meno incidenti confronto l'anno precedente – con Donington Park, Motegi, Sachsenring e Phillip Island uniche eccezioni, con condizioni climatiche avverse in Gran Bretagna e Giappone che non hanno agevolato i piloti.

Randy de Puniet è stato il pilota della MotoGP che è caduto più volte, avendo colpito 12 volti l'asfalto quest'anno – un leggero miglioramento del pilota francese che deteneva il record anche nel 2006 (14). Dietro De Puniet come numero di incidenti nel 2007 Shinya Nakano con 10 e Carlos Checa con 9.

Nella 250cc un altro Francese, Jules Cluzel, e il giovane pilota ceco Karel Abraham sono in testa alla classifica con 16 incidenti a testa – mentre Alex De Angelis e Marco Simoncelli si sono fermati a quota 15 con il rookie spagnolo Alvaro Bautista a quota 14.

Nella classe inferiore Lukas Pesek e il debutante Pol Espargaro sono caduti 15 volte, due di più di Randy Krummenacher e Lorenzo Zanetti.

Un'altra statistica interessante è che sia il cinque volte Campione del Mondo Valentino Rossi e il nuovo Campione del Mondo Casey Stoner hanno lo stesso numero di incidenti durante la stagione – sei a testa. Per Stoner significa un sensibile miglioramento dopo le 14 cadute del 2006, mentre per Rossi il numero è aumentato essendosi fermato a quattro l'anno precedente.

Come Stoner, gli uomini che hanno terminato in testa nelle classi 250cc e 125cc, Jorge Lorenzo e Gabor Talmacsi, hanno avuto una stagione senza troppe complicazioni – lo spagnolo cadendo cinque volte e l'ungherese solo due.

Tags:
MotoGP, 2007

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›