Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La gloriosa stagione 2007 della Ducati

La gloriosa stagione 2007 della Ducati

Acquistare un pilota appena arrivato nella MotoGP come Casey Stoner alla fine della stagione 2006 è stato chiaramente un passo determinante per la superba stagione 2007 della Ducati, ma cè stato molto di più, come la produzione della nuova Desmosedici GP7 allinizio dellera delle 800cc e leccellente collaborazione con la Bridgestone.

Acquistare un pilota appena arrivato nella MotoGP come Casey Stoner alla fine della stagione 2006 è stato chiaramente un passo determinante per la superba stagione 2007 della Ducati, ma cè stato molto di più, come la produzione della nuova Desmosedici GP7 allinizio dellera delle 800cc e leccellente collaborazione con la Bridgestone.

Lanno è finito con Stoner Campione del Mondo, il Ducati Marlboro Campione nei Team e la Ducati Campione nella categoria costruttori il primo per un costruttore europeo dal 1973. Tutto questo solo nella quinta stagione, avendo la Ducati partecipato alla MotoGP dal 2003.

Questo successo ha portato il Presidente Italiano Giorgio Napolitano ad invitare tutto lo staff della Ducati di Bologna e della squadra MotoGP ad una presentazione ufficiale a Roma per congratularsi del risultato ottenuto.

Con Stoner che ha concluso al settimo posto nella classifica generale con una sola apparizione sul podio nel 2006 con lHonda LCR, qualcuno ha visto il suo reclutamento come una scommessa rischiosa del Team Manager Ducati MotoGP Livio Suppo ma in poco tempo il valore del pilota si è fatto notare.

Dopo che il nuovo compagno del giovane australiano Loris Capirossi ha dimostrato il potenziale della Desmosedici GP7 disegnata da Filippo Preziosi durante i test del pre stagione, Stoner ha spiazzato tutti con unincredibile prestazione in Qatar nel suo primo Gran Premio vinto.

Dopo lincredibile trionfo di Losail, le vittorie in Turchia e Cina, ha mantenuto alti livelli sino in Catalunya, dove Stoner ha duellato con il cinque volte Campione del Mondo Valentino Rossi, e si è lasciato alle spalle Dani Pedrosa, facendo alzare sensibilmente le sue quotazioni per la vittoria finale già a metà stagione.

Dopo aver dominato la prima metà della stagione, Stoner ha conquistato il titolo MotoGP con il suo peggior risultato della stagione terminando al sesto posto a Motegi. Successivamente alla gara giapponese Casey ha ottenuto altre due vittorie, concludendo la stagione 2007 con il record di dieci vittorie, 14 podi, 5 pole position e solo una gara conclusa al di fuori dei migliori cinque.

La stella della Ducati ha concluso con un margine di 125 punti sul secondo in classifica. Congratulazioni a Casey, e giu il cappello a Livio!

Dopo il grande giorno di Stoner in Giappone, Gabriele del Torchio, CEO della Ducati Motor Holding, ha dichiarato: ´E un importante e significativo risultato, 34 anni dopo una vittoria nel Campionato del Mondo di una casa italiana. E un sogno diventato realtà. Questo grazie alla dedizione di Casey, il coraggio e il lavoro della squadra, dei tecnici, deglingegneri, dei membri della squadra, degli sponsor e di tutti in azienda. Hanno lavorato tutti con grande passione e grandi abilità per ottenere questa vittoria nel Campionato.

Inoltre nello storico pomeriggio al Twin Ring Motegi la Ducati ha potuto festeggiare la tripletta di vittoria in Giappone di Capirossi.

Durante la stagione era già stato annunciato della partenza di Capirossi visto che uno abituato bene come lui non stava ottenendo grandi risultati durante lannata cha passerà dalla Ducati alla Suzuki la prossima stagione. Il 34enne ha avuto un anno difficile in pista ma ricco di soddisfazione al di fuori delle corse insieme alla moglie Ingrid, essendo diventati genitori di Riccardo.

Nonostante la tripletta giapponese e altri podi nel 2007, Capirossi ha lasciato la Ducati con il record di sette vittorie e 23 podi in cinque anni, ed ha largamente collaborato alla crescita della moto e dei pneumatici Bridgestone e quindi fa parte del successo del 2007.

La partenza dellesperto pilota Italiano porta un altro connazionale in squadra, Marco Melandri, che con Casey costituisce una delle coppie più forti del 2008, insieme al più forte pacchetto nel paddock della MotoGP, il binomio Ducati-Bridgestone.

Tags:
MotoGP, 2008

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›