Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La Bridgestone si augura un buon inizio su una pista difficile

La Bridgestone si augura un buon inizio su una pista difficile

Dopo una brillante stagione 2007, nella quale Casey Stoner ha vinto il primo Campionato del Mondo con gomme Bridgestone, la casa giapponese ha davanti un altro grande anno, che inizia questo week end sotto i riflettori di Losail .

Dopo una brillante stagione 2007, nella quale Casey Stoner ha vinto il primo Campionato del Mondo con gomme Bridgestone, la casa giapponese ha davanti un altro grande anno, che inizia questo week end sotto i riflettori di Losail .

Parlando con motogp.com dal paddock durante il primo giorno del Commercialbank Grand Prix of Qatar, Hiroshi Yamada, manager della Bridgestone Motorcycle Unit, ha rivelato le sue speranze e le sue aspettative per questo primo appuntamento.

Sebbene Michelin abbia fatto molto bene durante gli ultimi test proprio qui in Qatar, la prima gara dellanno è un momento importante per Bridgestone, con il nuovo arrivato Valentino Rossi su Fiat Yamaha e con Stoner in buone condizioni a difendere il suo titolo e la sua vittoria nello scorso marzo.

Sulla preparazione di questo grande appuntamento Yamada ha spiegato: È una grande sfida per noi, come non ne abbiamo mai avute. La scorsa settimana abbiamo avuto due giorni di test e ci aspettavamo temperature basse, ma quelle della pista lo erano ancor più di quanto pensassimo, ed è per questo che le nostre gomme non hanno funzionato al meglio.

Questo tracciato è leggermente ostico per noi, ah continuato il manager giapponese, e le basse temperature rendono tutto più difficile. Non abbiamo avuto molto tempo pe rmigliorare le nostre gomme, ma abbiamo fatto comunque il possibile. Speriamo di essere pronti per la gara.Le gomme da qualifica che abbiamo provato la scorsa settimana non erano ottime in paragone alle Michelin, ma sta di fatto che durante i test invernali, a Sepang e a Phillip Island, eravamo molto competitivi. Anche Michelin sta lavorando molto e nei test qui in Qatar le nostre gomme da qualifica non erano cosi performanti come nei test precedenti.

Tags:
MotoGP, 2008, Commercialbank GRAND PRIX OF QATAR

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›