Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Pedrosa quasi al 100% a Jerez

Pedrosa quasi al 100% a Jerez

Avvicinandosi al primo appuntamento europeo finalmente in buone condizioni, Dani Pedrosa sarà sicuramente molto motivato potendo correre in casa. La speranza è quella di fare ancora meglio rispetto al terzo posto ottenuto in Qatar.

Avvicinandosi al primo appuntamento europeo finalmente in buone condizioni, Dani Pedrosa sarà sicuramente molto motivato potendo correre in casa. La speranza è quella di fare ancora meglio rispetto al terzo posto ottenuto in Qatar.

Il pilota Repsol Honda infortunatosi alla mano destra nel primo giorno di test del 2008 in Malesia e protagonista di una caduta nelle qualifiche di Losail, ha sutpito tutti con una grande partenza finendo poi sul podio dietro a Stoner e Lorenzo.

Nel primo dei tre appuntamenti spagnoli, il Gran Premio bwin.com di Spagna vedrà il catalano sostenuto da moltissimi tifosi, e con la mano finalmente in buone condizioni Pedrosa conta di tornare ai massimi livelli.

Sulla riabilitazione e sull'appuntamento alle porte lo Spagnolo ha detto:`Mi sono allenato fin dal primo giorno dopo il Qatar per cercare di essere al 100% a Jerez.E' una gara molto importante per me e li mi diverto molto´.

`Quello che più mi piace di Jerez sono l'atmosfera che si crea e il pubblico, è davvero speciale correre li perchè puoi sentire i tifosi vicinissimi, specie nelle curve Nieto e Peluqui, dove si concentra la maggior parte di esso´.

In una pista che lo ha già visto trionfare Pedrosa dovrà fare il possibile per arginare l'australiano Campione del Mondo che si è già aggiudicato il primo GP dell'anno.

Prima dell'ultima gara in cui partendo dalla pole era giunto secondo, lo spagnolo aveva infatti vinto per ben due volte nella classe 250cc.

Analizzando il circuito Pedrosa ha aggiunto:`L'ultima parte della pista è la più importante quando stai cercando di fare un buon tempo, le due curve verso destra che portano al rettilineo finale sono fondamentali.

Il tracciato è abbastanza sicuro, ma potrebbe essere migliorato in alcune zone. Ci sono anche alcune cunette, non molte comunque, e asfalto ci permette un buon grip´.

`la velocità di punta non sarà un fattore a Jerez, quello di cui abbiamo bisogno è un motore che non rovini troppo le gomme. Ma più di tutto è fondamentale un telaio che permetta di frenare con forza e affrontare le curve lente come quelle veloci. E' un circuito che richiede uno stile di guida abbastanza aggressivo´.

Tags:
MotoGP, 2008, GRAN PREMIO bwin.com DE ESPAÑA, Dani Pedrosa, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›