Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Gli esperti analizzano il debutto dei rookie in MotoGP

Gli esperti analizzano il debutto dei rookie in MotoGP

Una delle chiavi dell'inizio della stagione 2008 potrebbe essere l'incredibile ritmo dimostrato dal due volte Campione del Mondo classe 250 Jorge Lorenzo e il suo compagno di categoria nel quarto di litro Andrea Dovizioso. Su di loro in molti nel paddock hanno voluto analizzare il loro arrivo nella classe regina.

Una delle chiavi dell'inizio della stagione 2008 potrebbe essere l'incredibile ritmo dimostrato dal due volte Campione del Mondo classe 250 Jorge Lorenzo e il suo compagno di categoria nel quarto di litro Andrea Dovizioso. Su di loro in molti nel paddock hanno voluto analizzare il loro arrivo nella classe regina.

Le due pole position di Lorenzo, terminate poi con due podi, e il disappunto di Dovizioso pe rl'ottavo posto a Jerez dopo la quarta piazza in Qatar, sono dati che parlano da soli.

Il terzo arrivato in MotoGP quest'anno è Alex de Angelis, che è sicuro di avere un rulo importante nel team San Carlo Honda Gresini dopo i buoni risultati registrati durante la prestagione - nonostante la amare prestazioni in Qatar e a Jerez.

La facilità di guida dell'attuale generazione delle moto 800cc MotoGP, la prestagione molto intensa e la conoscenza dei circuiti, hanno sicuramente facilitato il successo di piloti come Lorenzo e Dovizioso.

Ad ogni modo, ex Campione del Mondo 250 Sito Pons dice che il motivo di questo rapido adattamento non è limitato a questa stagione, commentando, `Le moto quattro tempi sono molto più facili da guidare, con tutto l'aiuto dell'elettronica. Non è la prima volta che vedo una cosa del genere, perchè Dani Pedrosa e Casey Stoner hanno iniziato due anni fa e sono dei Campioni affermati´.

`Penso che le moto 250 siano leggermente più difficili da guidare,´ ha continuato Pons, `ma le linee di guida sono praticamente identiche con le 800cc´.

Il Direttore sportivo della Red Bull MotoGP Academy Alberto Puig, che ha dato un enorme contributo alle carriere di Stoner e Pedrosa, segue un ragionamento simile.

`Penso che le moto attuali siano abbastanza semplici da guidare,´ ha detto Puig. `In passato le 2 tempi erano molto più complicate! Non sto dicendo che sia tutto facile, è solo più facile di prima. I piloti veloci in 250cc possono dire in fretta la loro in MotoGP´.

Il professionismo è un altro fattore che ha voluto sottolineare Jean-Phillipe Weber (responsabile di gara Michelin), sebbene nel suo caso abbia dato risalto all'approccio maturo degli stessi piloti, parlando in particolare di Dovizioso, `Lui vuole il massimo dalla moto, dalle gomme e da se stesso´.

`Siamo molti soddisfatti di quello che ha fatto in Qatar. Ha fatto un sacco di domande sulle gomme. È molto professionale e siamo felici di lavorare con lui,´ ha concluso.

Il Campione del Mondo 1999 500cc Alex Criville, si è soffermato su quanto fosse difficile ai suoi tempi abituarsi alle moto della classe regina, commentando, `Penso che con le 500cc fosse diverso, ci ho messo anni per adattarmi alla perfezione. In MotoGP adesso i migliori piloti imparano tutti in un arco di tempo brevissimo´.

In aggiunta, l'ex pilota del Campionato del Mondo Ralf Waldmann, tornato nel paddock quest'anno in un ruolo tecnico per il team Grizzly Gas Kiefer Racing, ha detto: `Il feeling che hanno con le 250cc è già molto positivo per la MotoGP. Mi ricordo quando correvamo con le 500c a due tempi, era quasi impossibile!´

Tags:
MotoGP, 2008, GRAN PREMIO bwin.com DE ESPAÑA, Jorge Lorenzo, James Toseland, Alex de Angelis, Andrea Dovizioso

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›