Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Tre ex piloti alla corte di Bridgestone

Tre ex piloti alla corte di Bridgestone

Durante il secondo appuntamento della stagione 2008 a Jerez, Chris Hughes dell'ufficio stampa Bridgestone, ha parlato ai microfoni di motogp.com riguardo il ruolo dei tre ex piloti del Campionato del Mondo che ora si trovano nella lista dei collaboratori della casa giappponese.

Durante il secondo appuntamento della stagione 2008 a Jerez, Chris Hughes dell'ufficio stampa Bridgestone, ha parlato ai microfoni di motogp.com riguardo il ruolo dei tre ex piloti del Campionato del Mondo che ora si trovano nella lista dei collaboratori della casa giappponese.

Membro chiave dello staff Bridgestone, che lavora con Ducati Marlboro, è l'ex pilota 125 Masao Azuma, che ha partecipato al Campionato del Mondo per otto anni a partire dal 1996. Azuma ha corso sempre in sella ad una Honda, registrando il suo miglior piazzamento nel 1999 quando ha vinto 5 delle 10 gare vinte in carriera, concludendo al terzo posto nella classifica generale.

Con lui, l'ex pilota 125cc e 250cc Steve Jenkner è tornato a lavorare per Bridgestone, con il Team Alice. Il tedesco che ha passato ben nove anni nel Campionato del Mondo, si è ritirato nel 2005. Quell'anno è stato l'unico che ha visto Jenkner nella classe 250, che nelle precedenti otto stagioni aveva militato nell'ottavo di litro. Il punto più alto della sua carriera era stata la vittoria ad Assen nel 2003.

Oltre ad Azuma e Jenkner, Bridgestone continua a servirsi di Klaus Nohles, che lavora con la San Carlo Honda Gresini. Altro ex pilota tedesco, Nohles ha corso in 125 e 250 tra il 1997 e 2004, alternandosi tra Honda e Aprilia e raggiungendo il miglior risultato di sempre nel 2000 quando fu dodicesimo nella categoria del quarto di litro.

Hughes ha spiegato l'importanza del ruolo dei tre ex piloti, dicendo, `Alla Bridgestone ci preoccupiamo della relazione con i nostri team e per questo assegnamo un ingegnere per ognuna delle squadre, cosi che ci sia un ingegnere della Bridgestone nel box per ogni squadra ad ogni gran premio´.

Ha continuato, `Con il nostro gruppo di ingegneri sul campo, uno per ogni team di cui siamo fornitori, abbiamo alcuni ex piloti. Ognuno di loro ha fatto storia con la Bridgestone in pista. Quindi ognuno di loro conosce bene Bridgestone e sa esattamente come noi sviluppiamo i nostri prodotti´.

Sulle caratteristiche specifiche di Masao Azuma, Hughes ha aggiunto, `Azuma-san ha vinto molte gare negli anni novanta con le gomme Bridgestone. Ha vinto ben dieci gran premi in totale, e ha molta esperienza che ha potuto ulteriormente incrementare negli passati in Suzuki, dove ha lavorato prima di passare alla Ducati´.

Tags:
MotoGP, 2008

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›